TRASPORTI. Bagagli, Enac costituisce Team per valutare l’operatività dei servizi negli aeroporti

Il Consiglio di Amministrazione dell’Enac ha dato il via libera alla costituzione di un Team Speciale incaricato di analizzare in tutti gli aeroporti nazionali i processi dei gestori aeroportuali nelle operazioni prima ed immediatamente dopo il volo per la gestione dei bagagli. Sotto esame la gestione dei bagagli per ricondurre il sistema ad un funzionamento ottimale che sia sistematico e non legate a situazioni contingenti.

L’ente precisa che l’efficienza ed il rispetto dei tempi di consegna e di conseguenza della qualità dei servizi dovranno essere garantiti in tutto l’arco dell’anno con gli stessi elevati standard di qualità. I risultati della valutazione verranno testati e nuovamente valutati già in concomitanza con le vacanze invernali, tra dicembre e gennaio, periodo di notevole incremento dei flussi di traffico.

L’Enac, inoltre, ha deliberato l’emissione di un regolamento che obbliga i vettori che operano in italia ad utilizzare la lingua italiana. Su tutti i voli interni e su quelli da e per l’Italia effettuati da vettori con licenza rilasciata dall’ente, voli in code sharing con vettori italiani, voli charter originanti dall’Italia, voli di linea in cui la lingua italiana – spiega una nota – è prevista per normative di settore, dovrà essere garantita la presenza, tra l’equipaggio, di almeno un assistente di volo in grado di parlare e comprendere la lingua italiana.
Il vettore dovrà assicurare il rispetto di quanto previsto dal regolamento per ottenere il rilascio delle autorizzazioni necessarie ad effettuare voli sul territorio nazionale. Il Regolamento entrerà in vigore a fine ottobre.

Comments are closed.