TRASPORTI. Bagagli smarriti, Adiconsum: incuria delle compagnie aeree

"Il fenomeno dello smarrimento dei bagagli ha raggiunto un livello inaccettabile e per questo plaudiamo alla presa di posizione del Commissario ai Trasporti Ue, Antonio Tajani". Così Adiconsum commenta la "guerra" dichiarata dalla Commissione Europea ai bagagli smarriti. Come già scritto nei giorni scorsi, stando ad una recente indagine conoscitiva avviata dall’esecutivo Ue sono ancora troppi i viaggiatori che denunciano lo smarrimento del proprio bagaglio negli aeroporti ue tanto che il commissario Tajani ha intrapreso una vera e propria crociata per alleggerire il fenomeno.

Secondo Adiconsum unico colpevole del disservizio è "l’incuria delle Compagnie aeree e delle Società aeroportuali che gestiscono il servizio".

Le normative in merito prevedono un rimborso fino a 1.000 € in caso di smarrimento, o il rimborso di spese giustificate, sostenute a causa della non consegna del bagaglio – aggiunge l’Associazione – tuttavia ciò non è un buon deterrente: occorrono, da parte della Commissione, regole chiare e sanzioni certe quando il disservizio supera certi limiti. È necessario, quindi, avere norme europee che responsabilizzino e sanzionino l’incuria e la disorganizzazione delle società di gestione.

Adiconsum conclude con alcuni consigli ai viaggiatori:

  • Evitare di inserire nelle valigie spedite documenti e materiale di valore;
  • Indicare in modo evidente il proprio indirizzo di residenza, quello di permanenza all’estero e il numero telefonico, affinché si possa essere facilmente contattati;
  • Evidenziare, con un segno di riconoscimento personale, il proprio bagaglio in modo da evitare lo scambio di valige.

 

Comments are closed.