TRASPORTI. Benevento, disservizi biglietteria Stazione centrale. La denuncia di MDC

Continuano i disagi per chi intende acquistare i biglietti presso la biglietteria della Stazione centrale di Benevento. La nuova denuncia arriva dalla sede locale del Movimento Difesa del Cittadino, dopo che alcuni pendolari hanno lamentato che da ben 15 giorni la biglietteria automatica è rotta: i viaggiatori, per esempio, che intendono andare a Roma con il Treno ok, sono impossibilitati a farlo essendo possibile solo l’acquisto sul treno o, per chi ha internet, l’acquisto on line tramite carta di credito.

"Qualche mese fa – spiega il responsabile dell’associazione, Francesco Luongo – siamo stati persino costretti a inoltrare esposto in Procura dopo che, senza alcun preavviso o spiegazione al pubblico, la biglietteria della stazione aveva letteralmente abbassato le saracinesche abbandonando i clienti al loro destino". Secondo MDC, oggi la situazione non è cambiata di molto: in particolare i sanniti che intendono recarsi a Roma con il Treno ok devono tentare la sorte non potendo sapere se a bordo vi sia disponibilità di posti.

"Particolarmente scandaloso è inoltre – aggiunge Luongo – che nonostante i gravi disservizi presso la biglietteria per la carenza di personale, l’azienda non garantisca almeno la biglietteria automatica nel capoluogo. Sono mesi che l’unica biglietteria automatica non da resto o non prende contanti e a volte neppure le carte di credito, con il risultato che nel capoluogo i viaggiatori non hanno neppure la possibilità di acquistare i biglietti".

MDC chiede, quindi, un intervento deciso a Costantino Boffa, membro della Commissione parlamentare trasporti, e consiglia i viaggiatori che vengano multati o che subiscano aumenti del costo del biglietto, nel caso in cui non abbiano potuto acquistarlo in stazione, a farlo presente al capotreno e una volta rientrati rivolgersi a un’associazione consumatori per l’azione legale di risarcimento delle somme pagate e non dovute per l’esclusiva responsabilità di Trenitalia, tenuta da Codice civile alla puntuale e diligente organizzazione dei propri servizi al pubblico nonché alla adeguata manutenzione delle proprie apparecchiature.

Comments are closed.