TRASPORTI. Bologna, con la Carta Servizi 2006 più tutele per gli utenti del servizio pubblico locale

Con la Carta dei Servizi 2006 di ATC (Trasporti Pubblici Bologna) continua il patto ed il rapporto di collaborazione tra il comune emiliano ed i cittadini. Con questo documento la società si impegna a fornire un servizio di qualità agli utenti, ai quali chiede una partecipazione attiva al miglioramento del servizio tramite richieste, osservazioni, reclami, suggerimenti.

ATC, società per azioni la cui proprietà è detenuta dal comune e dalla provincia di Bologna, gestisce il servizio di trasporto pubblico locale nel bacino bolognese. Nel 2005 ha servito oltre 3.500 chilometri quadrati con un’estensione della rete urbana ed extraurbani pari a 3.976 chilometri. Oltre 100 milioni i passeggeri trasportati lo scorso anno da un totale di 1.007 mezzi di cui 49 elettrici e 102 a metano.

La Carta dei Servizi 2006 sintetizza le azioni attuate o in via di realizzazione per tradurre in concreto la politica della società necessaria per ottenere una qualità del servizio e la soddisfazione dell’utente. Al suo interno vengono descritti i servizi ATC, la rete di vendita, l’attività di informazione e comunicazione e i parametri di comfort e sicurezza garantiti dalla società. Spazio è dato anche alle pratiche ecosostenibili sostenute da ATC. Il documento prosegue con la descrizione delle regole per il personale a contatto con il pubblico, le regole del viaggio, gli indennizzi e pubblica i risultati delle indagini di misurazione della qualità.

Comments are closed.