TRASPORTI. Cancellazione volo, ENAC avvia procedura sanzionatoria nei confronti di Ryanair

L’ENAC ha emesso un verbale di contestazione nei confronti della compagnia Ryanair con riferimento al volo Trapani – Dublino programmato alle ore 20:45 di mercoledì 20 e partito invece alle ore 12:00 di giovedì 21 giugno. Nello specifico del caso di Trapani, la compagnia Ryanair ha cancellato per motivi tecnici e quindi riprogrammato il volo il giorno successivo, fornendo, però, ai passeggeri, un’assistenza limitata, ovvero solo un buono per consumazione al bar.

L’infrazione, pertanto, è stata rilevata ai sensi della mancata assistenza ai passeggeri, articolo 9 del citato Regolamento, che prevede pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa, sistemazione alberghiera, diritto ad effettuare telefonate o inviare fax o posta elettronica.

La Direzione aeroportuale competente ha immediatamente condotto le verifiche del caso ed avviato, già da ieri, la procedura di contestazione come previsto in attuazione del dal Regolamento Comunitario n. 261 del 2004 che ha fissato le regole comuni a livello europeo per i casi di ritardo prolungato, negato imbarco e cancellazione di voli in termini di assistenza ed informazioni che gli operatori devono fornire ai passeggi.

"Si tratta di un Regolamento Comunitario – ha ricordato il Presidente dell’ENAC, Vito Raggio – che è applicato dall’ENAC su tutte le compagnie che operano sul territorio italiano e che deve essere rispettato anche dalle compagnie low cost. Invito tutti gli operatori del settore e tutte le strutture territoriali dell’ENAC a vigilare con sempre maggiore attenzione per far sì che vengano ridotti i disservizi, che comunque sono in proporzioni minime rispetto al numero dei voli che ogni giorno operano, soprattutto in concomitanza con i mesi estivi quando si verifica un aumento considerevole del traffico aereo e del numero dei passeggeri trasportati."

Comments are closed.