TRASPORTI. Cancellazione volo, risarciti passeggeri Alitalia grazie a MDC

Quattro passeggeri piemontesi hanno ottenuto da Alitalia un rimborso totale di 1.600 euro per essere state vittime della cancellazione di un volo. La decisione del Giudice di pace di Chivasso (To) di condannare la compagnia al risarcimento dei consumatori per 400 euro pro-capite (250 euro da regolamento CE e 150 euro da vacanza rovinata) più il rimborso delle spese processuali, rappresenta un nuovo successo del Movimento Difesa del Cittadino. I quattro passeggeri, infatti, sono stati rappresentati dall’avvocato Federico Regalo, responsabile della sede di Torino dell’associazione, che aveva citato in giudizio Alitalia.

Nel maggio 2006, in occasione di una vacanza primaverile a Ischia, i quattro malcapitati avevano acquistato biglietti Alitalia di andata e ritorno per la tratta Torino-Napoli, al prezzo di 251 euro ciascuno. Al check-in, però, senza alcun preavviso, hanno appreso che il volo su cui erano prenotati era stato cancellato. Invitati da personale, i quattro si sono imbarcati su un volo per Roma rassicurati dalla compagnia che lì avrebbero potuto approfittare di una coincidenza proveniente da Stoccarda e diretta a Napoli. Ma di quel volo nessuna traccia. Dopo aver vagato senza assistenza nel terminal romano, Alitalia ha offerto loro una piccola colazione e messo loro a disposizione un autobus, che è giunto a Napoli con oltre quattro ore di ritardo rispetto all’orario previsto del volo cancellato.

Comments are closed.