TRASPORTI. Caos a Fiumicino: 400 persone rimaste a terra, hanno dormito in aeroporto

Nonostante il maltempo all’aeroporto di Fiumicino si stanno vivendo ore "particolarmente calde". Alla redazione di Help Consumatori è arrivata la testimonianza di una viaggiatrice rimasta a terra che, da ieri sera, sta aspettando di avere notizie del suo aereo. E come lei all’aeroporto di Fiumicino ci sono, da ieri sera, circa 400 persone nella stessa condizione, che hanno dormito sulle panchine dell’aeroporto, senza neanche poter prendere qualche vestito più caldo dai propri bagagli. Perché – ha spiegato la compagnia aerea – i bagagli erano già sugli aerei "pronti al decollo".

La compagnia in questione è la Air Italy e il tour operator Ventatour; i voli che dovevano partire ieri sera e sono ancora a terra, senza informazioni certe sulla partenza, hanno come destinazione Madagascar, Zanzibar e Santo Domingo. Dunque queste centinaia di viaggiatori che avrebbero voluto passare le vacanze di Natale in questi posti, sono rimasti bloccati in aeroporto, al freddo e al gelo e in attesa di conoscere la propria sorte. Non sono neanche stati accompagnati in albergo perché non c’erano abbastanza pullman disponibili. Alcune famiglie hanno preferito tornare a casa perché avevano figli piccoli a carico, rinunciando così al viaggio e ai soldi del biglietto.

"L’assistenza è mancata completamente – è questa la denuncia principale della donna che ha contattato la redazione – da ieri non ci hanno dato neanche una bottiglietta d’acqua. E’ venuta anche la polizia perché il clima è teso, ma anche loro hanno detto che è inutile denunciare perché è un contenzioso tra privati. Mi sembra assurdo tutto ciò e soprattutto insostenibile".

di Antonella Giordano

Comments are closed.