TRASPORTI. Codacons denuncia aumenti “in sordina” per tariffe ferrovie

Il Codacons ha presentato un esposto all’Antitrust e alla Procura della Repubblica di Roma perché le Ferrovie avrebbero aumentato le tariffe "in sordina", con scarsa comunicazione all’utenza, secondo quanto emerge da una serie di segnalazioni che sono arrivate all’associazione. "In pochi se ne sono accorti ma le tariffe ferroviarie sembrano aver subito rincari a partire dallo scorso 1° aprile. Un incremento tariffario che sarebbe avvenuto nel più totale silenzio. Gli aumenti medi – spiega il Codacons – ammonterebbero al 7% per Intercity, Espressi e Frecciabianca; inferiori i rincari dei treni Alta Velocità (+2%). Incrementi tariffari che determinano una maggiore spesa per i viaggiatori, stimata dal Codacons in +17 euro a famiglia su base annua".

Secondo l’associazione, gli aumenti dei biglietti (in due anni, più 20% per l’Alta velocità e più 26% per gli Espresso) sono "abnormi" se paragonati allo stato del servizio. L’associazione ha presentato un esposto all’Antitrust e alla Procura della Repubblica di Roma, chiedendo di aprire un’indagine sugli aumenti tariffari e su eventuali carenze di comunicazione all’utenza, e ha annunciato un ricorso al Tar del Lazio perché blocchi tali rincari.

Comments are closed.