TRASPORTI. Codacons: overbooking, riconosciuto danno da vacanza rovinata

Riconosciuto il danno da vacanza rovinata a una famiglia di Roma che, causa overbooking del volo, era stata costretta a rinunciare a una giornata di vacanza. Il Codacons ha vinto una causa contro Alitalia intentata dinanzi al Tribunale di Roma per conto di una famiglia residente nella Capitale. I fatti, ricorda l’associazione, risalgono al 4 aprile 2009 quando i quattro componenti della famiglia vengono lasciati a terra, causa overbooking, e non riescono a prendere il volo Alitalia Roma Fiumicino-Il Cairo. La famiglia parte solo 24 ore dopo.

Una volta tornata in Italia, dopo aver ricevuto 400 euro di rimborso da parte di Alitalia, decide di rivolgersi al Codacons che presenta una causa dinanzi al Tribunale di Roma, in cui si chiede di condannare Alitalia per i danni patrimoniali subiti dalla famiglia (spese di taxi per il ritorno a casa, spese di messa in sicurezza della valige) e soprattutto per il danno morale legato alla perdita di un giorno di vacanza all’estero.

Il Giudice, Dott.ssa Antonella Illuminati, ha accolto la richiesta dell’associazione – annuncia il Codacons – con queste parole: "Quanto alla richiesta degli attori per il risarcimento del cd. danno da vacanza rovinata … il danno può ritenersi provato in via presuntiva, in quanto, con lo slittamento del viaggio gli attori hanno perso un’occasione di riposo e di svago oltre che di godimento della mutua compagnia. Tale voce di danno dovrà essere quantificata equitativamente e può essere stimata prudenzialmente in 500 euro per ciascun attore".

Spiega l’associazione: "Alitalia è stata così condannata a risarcire non solo il danno morale da vacanza rovinata, nella misura di 500 euro a passeggero, ma anche il danno patrimoniale causato, pari a 300 euro a passeggero, oltre al risarcimento delle spese legali per 2.170 euro. In totale quindi la compagnia aerea dovrà sborsare, oltre ai 400 euro a passeggero già elargiti autonomamente, più di 5.300 euro per aver venduto più biglietti rispetto ai posti disponibili sull’aereo in questione, determinando così l’overbooking del volo".

Comments are closed.