TRASPORTI. Confconsumatori: “Disservizi aerei, ci risiamo”

Disservizi aerei: se lo scorso anno non venivano garantiti i limiti di scalo, quest’anno la situazione non sembra affatto migliore. È quanto denuncia Confconsumatori che ricorda in una nota come "nel corso della riunione che si è svolta questa mattina presso l’Enac, presenti tutti gli operatori interessati, è emerso un calo delle performance dei vari servizi, che sono arrivati addirittura a livelli inferiori a quelli dello scorso anno". E riprende le parole del presidente dell’Enac Vito Raggio per il quale "siamo arrivati al limite della sostenibilità".

"Se quindi già l’anno scorso non venivano garantiti i minimi di scalo, figuriamoci quest’anno con la situazione che si è rappresentata, che ha confermato ciò che da tempo i consumatori, purtroppo, denunciavano – commenta Confconsumatori – Tutti i soggetti coinvolti dovranno fare la propria parte ed in particolare i vettori aerei, le società di gestione degli aeroporti e gli handler. Ed anche l’Enac dovrà esercitare la propria funzione di "autorità" del settore in modo determinato". Per Carmelo Calì, responsabile nazionale trasporti di Confconsumatori e componente del Comitato Tutela Diritti del Passeggero presso l’Enac, "è certamente auspicabile che da subito si cerchi di salvare il salvabile affinché i consumatori italiani, che hanno già pagato per andare in vacanza, lo possano fare con tranquillità, senza subire disservizi".

Comments are closed.