TRASPORTI. Consiglio di Stato conferma multa Antitrust a Moby-Forship

Il Consiglio di Stato ha confermato nella sostanza, ma ridotto nell’entità, la sanzione che l’Antitrust ha comminato nel 2009 alla compagnia di navigazione Moby-Forship. L’Autorità aveva rilevato, da un lato, l’ingannevolezza dei messaggi pubblicitari riguardanti le tariffe per il trasporto di auto e passeggeri per la Sardegna e la Corsica e per mini crociere in Corsica, dall’altro, alcune irregolarità nella procedura di acquisto on line dei biglietti,che prevedeva una formula di silenzio – assenso per i servizi supplementari (assicurazione e ristorazione). Già nel 2010 il Tar aveva confermato entrambi gli orientamenti dell’Agcm, conclusione cui oggi giunge anche il Consiglio di Stato ribadendo la necessità che le offerte commerciali siano caratterizzate dalla massima chiarezza, al fine di far comprendere al consumatore interessato le caratteristiche esatte dell’offerta, con riferimento innanzitutto al costo reale che l’utente deve sostenere: secondo il giudice amministrativo "non devono dunque essere introdotte a carico del consumatore operazioni di calcolo, quand’anche non macchinose, per pervenire all’esatta percezione del corrispettivo per il servizio di trasporto offerto e che il codice del consumo qualifica come ingannevole una pratica commerciale non solo quando si caratterizzi per assenza di veridicità, ma anche quando nella sua presentazione complessiva, avuto riguardo ad una pluralità di elementi indicati dalla disposizione, comprensivi del prezzo e del modo in cui questo è calcolato, sia idonea ad indurlo ad assumere una decisone di natura commerciale che non avrebbe altrimenti preso".

Tuttavia il Consiglio di Stato ha ritenuto troppo elevate le sanzioni per i messaggipubblicitari ingannevoli in esame (anche in relazione ai vantaggi in termini di fatturato delle campagne promozionali in questione) che sono state pertanto ridotte a 45.000 euro (rispetto agli originali 175mila euro).

Per approfondire l’argomento è possibile visitare il sito internet di Assoutenti che si è interessata più volte del carattere ingannevole della pubblicità di alcune compagnie aeree e marittime, segnalando all’Antitrust casi di pratiche scorrette e realizzando un controspot al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di tenere sempre gli occhi bene aperti su certe offerte solo apparentemente convenienti.

Comments are closed.