TRASPORTI. Disagi sui treni, regione Toscana convoca Trenitalia

Visti i disagi sempre più frequenti che stanno subendo i pendolari dei treni regionali, l’assessore ai Trasporti della regione Toscana, Riccardo Conti ha convocato per il 27 luglio l’amministratore delegato di Trenitalia Roberto Testore per rendere conto dell’andamento di un servizio nei confronti del quale si registra una sempre maggiore preoccupazione.
"Nelle ultime due settimane – dichiara Conti – troppi sono stati i guasti e i disservizi. Trenitalia invoca la fatalità ma di fronte a certi problemi anche periodi buoni come la scorsa primavera appaiono fragili in un’azienda in cui manca materiale rotabile pari a dieci treni al giorno". "Con il caldo, le ferie del personale, i treni decrepiti, la precarietà dovuta ai lavori all’aria condizionata o il fatto che a sul treno non ci siano più capitreno – aggiunge l’assessore – il sistema fa esplodere le sue contraddizioni. Di tutto questo Testore dovrà fornire spiegazioni, non fosse altro perché la Toscana è uno dei suoi clienti migliori".

Sono 8 i milioni di euro in più che quest’anno la Regione Toscana investirà in servizi ferroviari. Nel 2006 diventeranno 16, 24 nel 2007. "I nostri obiettivi di servizio – spiega Conti – potranno completarsi solo col sottoattraversamento dell’Alta Velocità. Ma una prima importante fase di potenziamento del servizio si compirà comunque nel 2009". "Dove lo trova Trenitalia un altro cliente che fa un piano di investimenti come il nostro? – si chiede provocatoriamente Conti – Ora, noi siamo disposti a collaborare per la sostituzione del vecchio materiale, ma se si fanno nuovi servizi, i treni in più deve fornirceli Trenitalia".

Negli ultimi dieci giorni le telefonate di reclamo e proteste pervenute al numero verde della Regione sono schizzate da tre o quattro al giorno a quaranta. "Segno inequivocabile – sottolinea l’assessore – di un disagio che non possiamo permetterci di far passare sotto silenzio".

 

Comments are closed.