TRASPORTI. Disservizi Trenitalia, Consumatori contestano metodo rimborsi

"I gravi ritardi registrati oggi sulla Roma-Firenze pongono problemi non solo di ovvio e dovuto risarcimento per i passeggeri coinvolti, ma sottolinea ancora una volta che è giunto il momento di modificare completamente il Regolamento relativo ai rimborsi dei biglietti ferroviari". E’ quanto sostengono Federconsumatori e Adusbef che pongono nuovamente l’attenzione sul nuovo sistema di rimborsi adottato da Trenitalia. "Vogliamo ricordare – spiegano le Associazioni – che Trenitalia, con la scusa di applicare il Regolamento Europeo che pone garanzie minime per i rimborsi alla luce dei Paesi nuovi entrati nella Comunità, ha licenziato, modificando completamente il vecchio sistema, un nuovo Regolamento molto negativo relativamente ai rimborsi. Per l’ottenimento di tale diritto si è passati, infatti, da ritardi di 25 minuti a oltre un’ora".

"Paesi a noi vicini come Spagna e Francia, ad esempio, hanno mantenuto i vecchi e più favorevoli regolamenti, a differenza dell’arrogante condotta di Trenitalia" concludono le Associazioni che chiedono un urgente incontro a Trenitalia e contestualmente sollecitiano il Ministro dei Trasporti a vigilare, e nel caso intervenire, su tale situazione.

Comments are closed.