TRASPORTI. Disservizi aerei, Adiconsum chiede Piano Trasporti e Fondo risarcimento

Il varo del Piano nazionale dei Trasporti, la costituzione di un’Autorità ad hoc, la Carta dei diritti del passeggero per il trasporto aereo e un Fondo per risarcire quanti siano danneggiati dai disservizi del trasporto aereo: queste le richieste di Adiconsum, che denuncia lo stato carente dell’intero sistema dei trasporti, con perdite di bagagli, overbooking, annullamento dei voli e, sul versante delle Ferrovie, con i limiti dell’Alta velocità, il distacco progressivo del Sud Italia e i disagi dei pendolari.

"Non è possibile – dichiara Pietro Giordano, segretario nazionale Adiconsum – pensare di scaricare sui consumatori le inefficienze delle Istituzioni; non è possibile pensare di risolvere il problema trasporti aumentando le tariffe aeree o i prezzi del biglietto ferroviario, senza che il Governo, le Regioni, i gestori di servizi pubblici, investano in un serio programma di rilancio".

Adiconsum chiede dunque "al Ministro Matteoli il varo del Piano Nazionale dei Trasporti e la costituzione di una vera Authority del Trasporto, a cui i passeggeri, i turisti, i pendolari, le Associazioni dei Consumatori possano rivolgersi per la tutela dei propri diritti". L’associazione chiede inoltre di "istituire un Fondo costituito tra Associazioni dei Consumatori, Associazioni delle Aziende Aeroportuali e dalle Associazioni delle Compagnie Aeree, alimentato da un euro a tratta, a carico dei gestori aeroportuali e delle compagnie aeree, controllato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che indennizzi prontamente e velocemente i consumatori danneggiati e che abbia potere di rivalsa e di recupero delle somme nei confronti delle Aziende che producono i disservizi".

 

Comments are closed.