TRASPORTI. Disservizi aeroportuali: più tutela con l’accordo tra Lombardia, SEA e Consumatori

Problemi in aeroporto? Da oggi i viaggiatori in transito presso Malpensa e Linate riceveranno maggiori tutele in caso di smarrimento bagagli, informazioni sbagliate e disservizi vari. Lo prevede il Protocollo d’Intesa siglato ieri dalla Regione Lombardia, dalle associazioni dei consumatori e dalla Sea (gestore delle due strutture aeroportuali). L’accordo, primo del genere in Italia, prevede l’istituzione presso Linate di un Ufficio di conciliazione, al quale i danneggiati potranno inoltrare i propri reclami. Hanno partecipato all’intesa Associazione Consumatori Utenti, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici (Centro per i Diritti del Cittadino), Confconsumatori, Coniacut, Federconsumatori, La Casa del Consumatore, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori.

Cosa deve fare in concreto il cittadino che ha subito il disservizio? Innanzitutto rivolgersi alla Sea con un reclamo scritto. Qualora non ottenga riscontro o riceva risposta negativa, potrà aprire la procedura di conciliazione (gratuita), mediante la "Domanda di conciliazione". Modulistica ed informazioni sono disponibili sul sito della società aeroportuale (www.sea-aeroportimilano.it) e su quelli delle associazioni dei consumatori aderenti. Fondamentale il ruolo di queste ultime. Queste controfirmano la domanda di conciliazione, possono ricevere le domande, da trasmettere immediatamente all’Ufficio di conciliazione, e possono rappresentare l’utente, dietro suo mandato, durante la procedura. La decisione dell’organo conciliativo deve giungere entro 120 giorni dal ricevimento della domanda.

"Per i viaggiatori – si legge nella nota – i vantaggi sono evidenti grazie a procedure definite e tempi certi per la soluzione dei problemi e dei disguidi che si possono verificare con il gestore aeroportuale. Sea provvedera’, inoltre, ad inserire nella propria Carta dei servizi la segnalazione della procedura di conciliazione con gli utenti e le indicazioni su come attivarla. La Sea assicurera’, inoltre l’attivita’ di formazione dei conciliatori, l’informazione e il monitoraggio sullo stato del contenzioso".

Comments are closed.