TRASPORTI. Elezioni, Codacons chiede alle compagnie aeree straniere di fare sconti a chi va a votare

Il Codacons chiede all’Enac di imporre a tutte le compagnie aeree gli sconti sulle tariffe a favore dei cittadini che rientrano in Italia per votare alle elezioni amministrative del 15-16 maggio. L’Associazione dei consumatori spiega che il decreto legge n. 37 pubblicato l’11 aprile scorso ha esteso anche ai cittadini che si spostano in aereo la possibilità di usufruire di agevolazioni tariffarie in occasione delle prossime elezioni amministrative. L’agevolazione è prevista per viaggiare dall’8 maggio al 20 giugno su tutti i voli nazionali di Alitalia, e prevede una riduzione del 40%, fino a un massimo di 40 euro, sulla tariffa di andata e ritorno.

"Tuttavia – spiega il Codacons – chi decide di viaggiare con compagnie aeree straniere, o per i motivi più disparati non può prendere un volo Alitalia, non ha diritto ad alcuna agevolazione ed è costretto a pagare tariffa piena. Numerose in tal senso sono le proteste giunte in questi giorni da italiani residenti all’estero. Una disparità che oggi il Codacons chiede di sanare. Spetterà poi al Governo il compito di rimborsare le compagnie aeree estere per i maggiori costi sostenuti.

Comments are closed.