TRASPORTI. Esodo estivo 2009: -11% di incidenti stradali rispetto al 2008

Sembra che quest’anno l’esodo estivo sia stato più roseo del previsto. Sicuramente il bilancio dell’esodo 2009 è più positivo rispetto a quello del 2008: tra luglio e agosto il traffico è cresciuto dell’1%, ma gli incidenti stradali sono diminuiti dell’11%. Quest’anno per la gestione e l’attuazione del piano per l’esodo estivo l’Anas ha impiegato complessivamente circa 1. 650 unità, tra personale di esercizio su strada, infomobilità e tecnici per le attività di sorveglianza, pronto intervento e assistenza, e informazione all’utenza, e circa 760 automezzi.

Un’operazione complessa che ha gestito 7. 500 eventi (in media 242 eventi al giorno) e migliaia di interventi di soccorso. Nel corso del periodo estivo l’Ispettorato Vigilanza Concessioni Autostradali dell’Anas ha effettuato un monitoraggio su oltre 37. 400 km rete autostradale in concessione, effettuando 407 ispezioni sulle aree di servizio e 535 ispezioni presso le barriere di esazione per verificarne l’efficienza e la fruibilità, finalizzate alla verifica dell’ottemperanza da parte delle Concessionarie di quanto disposto.

A queste ispezioni hanno partecipato nelle giornate più critiche per il traffico anche i rappresentanti delle associazioni dei consumatori Adoc e Codacons, nell’ambito dell’iniziativa denominata "In viaggio con voi".

Secondo il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci, "quello dell’esodo e controesodo del 2009 è un bilancio positivo, pur tenendo conto dell’accelerazione data agli investimenti, in particolare quelli della Salerno-Reggio Calabria. Anche nei giorni di cosiddetto bollino nero o rosso – aggiunge Ciucci -non si sono registrate situazioni di grande criticità sulla rete stradale e autostradale nazionale. Hanno funzionato bene sia il piano nazionale messo in atto dall’Anas, seguendo le direttive del Ministro Matteoli, sia il coordinamento tra tutti gli enti competenti, che nelle giornate critiche è stato gestito sotto la sapiente regia del Centro di Coordinamento Nazionale, presso il Ministero dell’Interno. Complessivamente abbiamo gestito con risultati soddisfacenti un flusso automobilistico così articolato e così prolungato nel tempo, intervenendo tempestivamente in tutte le situazioni di pericolo e di incidenti, e predisponendo quando necessario idonei percorsi alternativi. Gli automobilisti – ha concluso il Presidente Anas – sempre di più hanno acquisito l’abitudine ad informarsi prima e durante il viaggio. Grande successo hanno avuto i nuovi servizi offerti dal sito web dell’Anas, con oltre 1 milione e 400 mila contatti".

Comments are closed.