TRASPORTI. Eurostar City, CODICI chiede abbassamento tariffe e rimborsi per viaggiatori

Gli "Eurostar City Italia" hanno tariffe troppo alte, commisurate a quelli dell’Eurostar e non agli Intercity, ma danno un servizio inadeguato con tempi di percorrenza che su alcune tratte risultano aumentate: è la denuncia di CODICI che riporta le segnalazioni arrivate all’associazione dagli utenti. CODICI dunque "ha inviato una lettera di diffida alle Ferrovie dello Stato – annuncia una nota – perché abbassi i prezzi del servizio "Eurostar City Italia" riportandoli su valori corrispondenti a quelli previsti per il servizio "Intercity". Nel contempo, si richiede altesì di provvedere a rimborsare il costo del biglietto, con corrispettivo pari alla differenza delle tariffe applicate ai treni Eurostar City Italia e Intercity, agli utenti che ne avanzeranno legittima richiesta".

Dalle denunce degli utenti, continua l’associazione, "risulta che i treni Eurostar City Italia presentano fermate e tempi di percorrenza maggiori rispetto agli Eurostar attivi sulle stesse linee ma le tariffe applicate sono assimilabili a quelle della superiore categoria di "Eurostar". Ci risulta, anzi, che alcune tratte precedentemente servite dal servizio Eurostar e oggi passate alla categoria Eurostar City Italia abbiano addirittura aumentato i tempi di percorrenza; citiamo, a titolo esemplificativo, la tratta Bologna – Milano: l’Intercity delle ore 6.44 del mattino, che a ottobre giungeva a destinazione alle 8.55, con il passaggio alla nuova categoria, posticipa l’arrivo di ben 15 minuti con un aumento del prezzo pari a circa il 50%".

Di conseguenza c’è "un aumento tariffario non giustificato da un effettivo miglioramento del servizio". CODICI ricorda inoltre il pronunciamento dell’Antitrust che ha sanzionato la denominazione di tali treni. A ottobre infatti l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha sanzionato Trenitalia per cinque diverse pratiche commerciali ritenute scorrette: fra queste proprio la denominazione dei treni Eurostar City.

Comments are closed.