TRASPORTI. FS-Veolia, nuova compagnia ferroviaria. Moretti: regole omogenee per mercato europeo

In arrivo una nuova compagnia ferroviaria europea, frutto della partnership fra il gruppo FS e Veolia Transport: entro l’anno sono previsti nuovi servizi notturni per Parigi, in seguito servizi transfrontalieri fra Torino e Lione. La nuova compagnia ha l’obiettivo di competere nei settori dell’Alta Velocità e in quello dei servizi passeggeri di lunga distanza, transfrontalieri e regionali, e nasce dalla partnership fra Trenitalia e Veolia Transport (presente in 28 paesi e parte del Gruppo Veolia Environment) che danno vita con un accordo presentato oggi a una nuova società ferroviaria di cui sono azioniste entrambe, al 50%. Allo stesso tempo, riferendosi al mercato europeo, l’amministratore delegato di FS Mauro Moretti ha chiesto l’apertura dei mercati e regole omogenee per tutti.

La nuova compagnia ferroviaria inizierà a svolgere la propria attività, entro il 2011, con servizi notturni sulle rotte Parigi-Venezia e Parigi-Roma.Le altre rotte su cui la nuova compagnia sta studiando l’opportunità di avviare propri servizi sono la Torino-Lione, linea convenzionale e, in seguito, la Parigi-Bruxelles e la Parigi-Milano ad Alta Velocità.

Nello stesso giorno della presentazione della nuova compagnia, l’ad Moretti ha partecipato in qualità di presidente della Comunità delle Ferrovie Europee (CER) a un’audizione alla Commissione Trasporti della Camera, chiedendo regole più omogenee. "Oggi, in Europa, ci sono 27 legislazioni nazionali che hanno creato 27 mercati diversi con 27 regolatori. Le direttive europee sulla liberalizzazione del mercato riguardano le merci e l’internazionale, non il trasporto nazionale o regionale. Per questo – ha detto Moretti – chiediamo l’apertura dei mercati e la creazione di un mercato unico e libero con regole uniformi in tutti i campi: licenze, certificazione della sicurezza e allocazione della capacità delle tracce". Secondo l’ad, sono necessari almeno 30 miliardi di euro da investire nel piano europeo 2014-2020 per arrivare un mercato ferroviario unico.

La giornata ha rappresentato l’occasione anche per una proposta che interessa invece il mercato ferroviario nazionale: predisporre tornelli alle stazioni ferroviarie per evitare l’ingresso ai passeggeri non paganti. Secondo Moretti, è una delle ipotesi al vaglio da parte delle Ferrovie dello Stato. "Ho visto persone salire sui Frecciarossa dai binari di scambio – ha infatti detto l’ad delle FS – Quella dei tornelli è una soluzione. Stiamo pensando di metterli per ora sulla tratta Fiumicino-Roma".

Comments are closed.