TRASPORTI. FS lancia sconti anticrisi

"Molti italiani hanno riscoperto il paesaggio del nostro Paese grazie al treno". Così Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, ha introdotto la conferenza stampa di lancio della nuova offerta di prezzi e servizi di treni in Italia, che si è tenuta oggi presso la stazione Termini di Roma. Dopo l’Alta Velocità partita a dicembre, che ha fatto diventare il treno "la nuova metropolitana d’Italia", accorciando la distanza tra Roma e Milano, Ferrovie dello Stato si dedica anche ai posti più lontani e difficilmente raggiungibili; basta che siano turistici.

Sono 12 le tratte privilegiate, cioè quelle per cui da domani, 1° aprile, sarà possibile acquistare biglietti in offerta. Sconti del 15, 30 e 60% per andare a Bari, Lecce, Lamezia, Genova, Verona, Venezia e altre città balneari; 250mila sono i posti a disposizione ogni mese per quest’offerta low cost. Se si compra il biglietto un mese prima di partire, si può spendere 33 euro per andare da Roma a Milano, 35 euro per viaggiare da Milano a Napoli e addirittura 22 euro per arrivare a Bari da Roma.

"Questa è un’azione anticrisi, in vista della stagione estiva – ha spiegato Moretti – ci siamo sentiti nella posizione e nella responsabilità di fare un passo avanti anche in un momento difficile come questo". Secondo l’a.d. di Ferrovie dello Stato aumentare la competitività di altre tratte, dopo il grande successo che ha avuto l’Alta Velocità, è una risposta alla crisi economica ed è anche un modo per rilanciare il turismo in un’Italia ricca di posti da vedere, che però si trovano sparsi in un territorio vasto e particolare dal punto di vista geografico.

Tutto questo potrà essere coronato dall’integrazione con le offerte di altri mezzi di trasporto, a cominciare dall’aereo. "Auspico prima di tutto l’integrazione con Alitalia; sono convinto che con Alitalia potremo fare pacchetti di offerte vantaggiosissime per chi arriva a Roma con l’aereo e vuole scendere al Sud, senza dover viaggiare di notte e per svariate ore".

E l’altro obiettivo di Mauro Moretti è proprio quello di dare un taglio ai treni infiniti, che percorrono tutta Italia in più di 24 ore. "Noi diamo la possibilità di spezzare il viaggio e velocizzarlo in alcune tratte; non avendo la possibilità di investire nella sostituzione di questi treni antistorici e spesso vuoti stiamo cercando di incrementare l’offerta con altri servizi".

L’offerta in questione prevede 3 nuove tariffe su tutti i treni Eurostar e Alta Velocità delle 12 relazioni privilegiate. L’offerta Premium, per chi prenota con 7 giorni d’anticipo sulla partenza, dà diritto al 15% di sconto, anche sulla prima classe; con la Special si ha uno sconto del 30% se si prenota un biglietto di seconda classe, con un anticipo di 15 giorni e con la Super si paga il 60% in meno, prenotando un mese prima. Dei 250mila posti disponibili ogni mese per queste offerte, 150mila sono dedicate alla tariffa Premium, 60mila alla Special e 40mila alla Super.

"Non sono prezzi civetta – ha specificato Moretti – se si pensa che ogni mese abbiamo un milione di viaggiatori". Si dà dunque la possibilità di acquistare un biglietto scontato ad un quarto dei cittadini che prendono il treno, oltre alle restanti agevolazioni per chi compra il biglietto on line o per chi ha l’abbonamento. "L’offerta durerà 3 mesi, ma ci auspichiamo che continui poiché noi stiamo cercando di adattarci al mercato e vogliamo minimizzare i costi per il turista che vuol visitare l’Italia" ha aggiunto Vincenzo Soprano, a.d. di Trenitalia.

I passeggeri di Trenitalia godono anche di un maggiore confort e di una migliore pulizia che, in particolare, è aumentata sulle tratte non stop. E’ stato inoltre introdotto un ulteriore operatore sul treno, addetto alla pulizia delle toilettes. Moretti ha poi anticipato che entro stasera verranno scelte le imprese vincitrici delle gare di appalto per le pulizie sui treni. "Speriamo che non ci sia un’altra tornata di ricorsi al Tar, come avvenuto in passato – ha lamentato l’a.d. di Ferrovie dello Stato – E’ inconcepibile che un’azienda non possa essere lasciata libera di scegliere il miglior servizio nel suo interesse e in quello dei cittadini utenti". "Vogliamo rompere qualsiasi barriera d’accesso al treno e vogliamo anche inserire un elemento di cultura tra i giovani che sono così spinti a visitare l’Italia in treno, pagando di meno, inquinando di meno e rischiando di meno visto che il treno è uno dei mezzi più sicuri".

di Antonella Giordano

 

Comments are closed.