TRASPORTI. Fallimento SkyEurope, chiarimenti dal Centro Europeo Consumatori

Sulla vicenda SkyEurope, la compagnia aerea low cost slovacca che ieri ha dichiarato il fallimento, arrivano alcuni chiarimenti ai passeggeri coinvolti dal Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia. "A causa di una perdurante crisi finanziaria – si legge in un comunicato del CEC – dal giugno 2009 la compagnia aerea slovacca SkyEurope era stata sottoposta ad una procedura di ristrutturazione, continuando comunque la propria attività di vettore aereo e garantendo quindi i propri voli (pur se con qualche disagio per i passeggeri)".

Nella giornata di ieri SkyEurope ha annunciato sul proprio sito internet la sospensione dei suoi servizi. "Il responsabile della procedura di ristrutturazione ha depositato presso il Tribunale slovacco competente domanda di ammissione al fallimento. Pertanto, i passeggeri che hanno acquistato un volo, non incluso in un pacchetto turistico, per ottenere i rimborsi dovranno seguire le procedure di legge previste dalle norme di diritto slovacco sui fallimenti delle aziende ed insinuarsi al passivo, senza essere neanche creditori privilegiati".

"Ad oggi – spiega il CEC – non è quindi possibile dire se e in quali limiti gli sfortunati passeggeri saranno risarciti. Con riferimento ai rimborsi per pagamenti effettuati con carta di credito, non esiste una norma specifica che obbliga le banche ad effettuarli; consigliamo tuttavia a chi abbia acquistato un biglietto di SkyEurope, pagandolo con carta di credito, di rivolgersi al proprio istituto di credito e chiedere informazioni, in quanto la giurisprudenza in questo ambito è favorevole al consumatore".

"Soltanto chi ha acquistato un pacchetto turistico con inclusi voli SkyEurope potrà richiedere il danno materiale e da vacanza rovinata all’agenzia di viaggio ed al tour operator che hanno proposto e venduto il pacchetto e che, ognuno per le proprie competenze, dovranno risarcire i danni subiti dai consumatori, nel caso non abbiano provveduto a fornire un’alternativa adeguata. L’unica cosa certa in questo momento è che tutti i voli di SkyEurope sono stati cancellati, causando disagi ed ulteriori spese ai consumatori-viaggiatori".

"Agli sfortunati passeggeri – conclude il CEC – non rimane quindi altro da fare che cercare un volo alternativo e conservare scrupolosamente tutta la documentazione in attesa di ulteriori sviluppi". Tutti gli aggiornamenti relativi alla situazione del vettore SkyEurope saranno pubblicati sul sito del CEC www.ecc-netitalia.it.

Comments are closed.