TRASPORTI. Ferrovie, Cittadinanzattiva: meno carrozze e lunghi ritardi sulla Roma-Napoli

Roma-Napoli, una tratta ferroviaria piena di disagi che sono aumentati da quanto è entrato in vigore il nuovo orario di Trenitalia. Sono sempre più numerose le segnalazione giunte a Cittadinanzattiva da parte di singoli cittadini e associazioni di pendolari del percorso Roma-Napoli che segnalano danno e beffa perchè "il nuovo orario ferroviario non solo ha stravolto negli orari alcune corse particolarmente utili per i pendolari, ma ha anche comportato "puntuali" ritardi e una riduzione di carrozze sui convogli dell’alta velocità, con comprensibili disagi per chi viaggia".

La denuncia viene rilanciata dall’associazione, per la quale "sembrerebbe che la determinazione dei tempi di percorrenza dichiarati sia stata erroneamente fatta utilizzando un locomotore e otto carrozze, laddove invece il treno normalmente ne porta dodici. Nella realtà quotidiana quindi i treni raggiungono la velocità di punta più tardi del previsto e ciò genera problemi nel far rispettare i tempi dichiarati. Per rimediare, ora si pensa a diminuire il numero delle carrozze".

"Si sfiora il paradosso tutto italiano – ha commentato Antonio Gaudioso, vice segretario generale di Cittadinanzattiva – tale per cui la puntualità dei treni la si può ottenere solo lasciando a terra parte dei viaggiatori. Chiediamo pertanto all’Amministrazione Delegato di Trenitalia, Ing. Moretti, di fare chiarezza".

Comments are closed.