TRASPORTI. Ferrovie, Matteoli: “Liberalizzazione, Europa deve andare a una velocità”

"Abbiamo accettato la liberalizzazione ma c’è chi la ostacola. L’Europa deve andare a una sola velocità. Mi batterò al Consiglio europeo dei Trasporti perché ciò accada": è quanto dichiarato oggi dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli nel corso del forum "Liberalizzazione e competizione: lo sviluppo delle infrastrutture e dei servizi ferroviari in Europa e in Italia" organizzato da Trenitalia a Roma. Il Ministro ha inoltre affermato che le regioni spendono poco o nulla sul trasporto locale: "Alcune Regioni non spendono una lira per il trasporto locale su rotaia – ha dichiarato Matteoli, sottolineando che la differenza qualitativa tra l’Alta Velocità e il servizio di trasporto regionale utilizzato dai pendolari é troppo accentuata – Le Regioni criticano il servizio universale perché non é all’altezza, ma non spendono o spendono troppo poco". Per il Ministro "è nell’interesse generale del servizio far sì che Governo, Regioni e Ferrovie dello Stato dialoghino sempre di più e lavorino insieme".

Il forum ha rappresentato l’occasione per lanciare cinque proposte in grado di favorire, in Italia e in Europa, lo sviluppo del trasporto ferroviario, secondo il rapporto dell’Advisory Board, costituito da The European House Ambrosetti e da un comitato scientifico di esperti della Comunità Europea e vertici del Gruppo FS.

La prima proposta riguarda la necessità di accelerare la realizzazione un mercato ferroviario unico europeo. Dal forum arriva inoltre l’idea di realizzare un piano strategico di lungo periodo per il trasporto ferroviario passeggeri e merci in Italia completando le infrastrutture anche con finanziamenti privati, di destinare risorse adeguate al servizio pubblico e di promuovere il trasporto merci.

PDF: Advisory Board. "Liberalizzazione e competizione: lo sviluppo delle infrastrutture e dei servizi ferroviari in Europa e in Italia"

Comments are closed.