TRASPORTI. Ferrovie, accordo per i pendolari in Lombardia: nuovi treni, più fermate e rimborsi

"Dopo un lungo lavoro, faticoso ma condotto anche con la buona volontà di tutti, siamo ormai a un passo dalla stipula di nuovi Contatti di servizio con Trenitalia e con le Ferrovie Nord". Lo ha annunciato Roberto Formigoni, presidente di Regione Lombardia, e suona come una promessa per mettere fine alla tormentata vicenda che affligge quotidianamente oltre mezzo milione di pendolari lombardi, costretti a fare tutti i giorni i conti con i disservizi dei treni locali e regionali.

Quella che potrebbe essere una clamorosa svolta per la qualità della vita quotidiana dei lavoratori che utilizzano i treni regionali per raggiungere il proprio posto di lavoro, è stata annunciata in una conferenza stampa che si è tenuta a fine settimana scorsa ad Arcisate (Varese), dopo il via ai lavori del tratto ferroviario per Stabio-Mendrisio, che collegherà la Svizzera con Malpensa, a cui hanno partecipato anche l’ad delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, il presidente delle Ferrovie Nord, Norberto Achille e il vice-ministro delle Infrastrutture, Roberto Castelli.

"L’obiettivo che volevo raggiungere – ha detto Formigoni – è un deciso miglioramento del servizio per i pendolari che ogni giorno si spostano sui treni nella nostra regione. Tutti gli impegni di miglioramento saranno scritti nel Contratto".

Secondo le dichiarazioni di Formigoni, Regione Lombardia metterebbe dunque in campo un impegno straordinario per portare un tangibile miglioramento nel servizio ferroviario già subito dopo la pausa estiva.

A partire dal prossimo settembre dovrebbero essere disponibili quindi una serie di nuovi servizi o di potenziamento di quelli esistenti per i quali Regione Lombardia investe 40 milioni in più di fondi propri nel biennio 2009-2010, che vanno ad aggiungersi ai 267 milioni già destinati alle Ferrovie dello Stato (78,5 milioni in più rispetto ai 188,5 milioni del Contratto precedente) e ai 76,9 milioni destinati alle Ferrovie Nord. E’ inoltre in via di completamento il piano di rinnovo del parco rotabile, per cui Regione Lombardia ha impegnato 800 milioni per l’acquisto di 105 nuovi treni.

"Per realizzare al meglio tutti questi impegni – ha sottolineato il presidente – ci stiamo dotando di un nuovo strumento organizzativo, che qualcuno ha definito una NewCo, ovvero una gestione unitaria di Ferrovie dello Stato e Ferrovie Nord, che sperimenteremo fino all’estate e che se funzionerà, diventerà permanente".

Per i pendolari che usano il servizio regionale, l’accordo prevede un incremento delle corse, della qualità del servizio e naturalmente, una maggiore puntualità. Saranno poi ridotte le soppressioni dei treni e reintrodotti i ‘berretti gialli’ per aiutare i viaggiatori.

Mauro Moretti, ad di Ferrovie dello Stato ha promesso inoltre, con la firma del nuovo contratto di servizio in Lombardia, una maggiore pulizia dei treni e nuovi investimenti in materiale rotabile.

"Immediatamente – ha concluso Moretti – cercheremo di fare le operazioni legate agli arredi e alla pulizia. Questo accordo apre la possibilità di investimenti in materiale rotabile nuovo che prima erano preclusi".

di Flora Cappelluti

Comments are closed.