TRASPORTI. Ferrovie dello Stato, migliorano i conti. Moretti promette attenzione ai pendolari

Approvato dal Consiglio di amministrazione il bilancio del Gruppo Ferrovie dello Stato. E l’amministratore delegato Mauro Moretti, a fronte di perdite ridotte dell’80%, promette per il futuro attenzione al tema dei pendolari. È quanto si legge sul sito internet delle Ferrovie. I numeri? "Perdite ridotte dell’80% e margine operativo lordo positivo per oltre 400 milioni di euro. Il bilancio delle FS al 31 dicembre 2007 chiude con un risultato netto negativo di 409 milioni di euro, a fronte della perdita di 2.115 milioni di euro del 2006".

L’inversione di tendenza è legata all’aumento dei ricavi e al contenimento dei costi. FS indica in particolare un maggiore fatturato nel traffico viaggiatori e merci, ottenuto rispettivamente "con la politica di adeguamento dei prezzi e di razionalizzazione dell’offerta commerciale" e con l’internazionalizzazione del settore merci. La politica seguita, spiega il gruppo, ha consentito un risparmio di 152 milioni di euro. "I risultati sono stati possibili con la riduzione dei costi e l’aumento dei ricavi in tutti i settori compreso quello delle merci": questo il commento dell’amministratore delegato FS Mauro Moretti, che per il futuro – si legge nella nota stampa – "promette grande attenzione anche al tema dei pendolari". "Il problema è quello di riuscire a portare l’azienda in una situazione di tranquillità – ha detto Moretti – attivando con lo Stato un rapporto di massima trasparenza. Ciò è indispensabile soprattutto per quanto riguarda la definizione dei servizi non remunerativi, quelli che rientrano nel cosiddetto servizio universale, dove occorre stabilire dei contratti certi affinché l’impresa non debba indebitarsi".

Comments are closed.