TRASPORTI. Fiumicino, al via task force. Confconsumatori: “Decisione in ritardo”

Si è svolta ieri la riunione convocata dal ministro dei Trasporti,Alessandro Bianchi, per fare il punto sul ritardo nella consegna dei bagagli allo scalo romano di Fiumicino. Tra gli interventi decisi nel breve periodo c’è innanzitutto un rafforzamento dello smistamento bagagli dell’aeroporto. Il Ministro ha annunciato che AdR creerà una task force di 80 persone aggiuntive per migliorare il servizio. Inoltre sarà designato il responsabile unico di tutte le attività in aeroporto, che sarà il direttore dello scalo, a cui faranno capo le decisioni ultime di AdR e delle società di handling. Infine sarà istituita una "vigilanza continua" del Bhs, cioè degli impianti che smistano i bagagli e che di tanto in tanto "vanno in crisi", e, in caso di blocco, si interverrà per rimuovere il problema prima possibile.

Una decisione presa con ritardo. E’ il commento della Confconsumatori che si chiede: "Erano necessari il caos di questi giorni e la convocazione del Ministro per rendersi conto che il sistema non avrebbe retto al traffico delle ferie?"

Infine, con riferimento alla nomina di un responsabile unico, a cui faranno capo tutte le attività dello scalo – continua l’Associazione – esprimiamo certamente un giudizio positivo, per l’indubbio vantaggio nel coordinamento, ma non riusciamo a comprendere la compatibilità di tale decisione con quanto previsto dall’art. 705 del codice della navigazione in virtù del quale tali compiti spetterebbero alla società di gestione dell’aeroporto. Lo dobbiamo prendere come un passo avanti o come un passo indietro, con un ritorno all’epoca in cui l’amministrazione aeroportuale era affidata al direttore dell’aeroporto?

Comments are closed.