TRASPORTI. Frana Montaguto, on. Bordo (PD): “Notizie contraddittorie, Bertolaso ci spieghi”

L’11 marzo scorso una frana ha invaso il tratto ferroviario tra Panni (Foggia) e Montaguto (Benevento). Trenitalia ha sospeso il servizio ferroviario tra Foggia e Benevento, attivando un servizio sostitutivo con i pullman. Ad oggi, dopo quasi due mesi, la situazione è ancora critica e non ci sono notizie chiare sulla riapertura della linea ferroviaria. Qualche giorno fa la Protezione Civile ha detto che il servizio avrebbe ripreso a fine maggio, ma sulla stampa sono circolate notizie sullo slittamento di ‘qualche settimana’ della riapertura della linea ferroviaria.

"E’ bene che il sottosegretario Bertolaso intervenga personalmente a spiegarci cosa sta accadendo, se ci sono problemi inaspettati da affrontare e quale influenza avranno sulla ripresa dei collegamenti ferroviari e stradali". E’ la richiesta dell’on. Michele Bordo (PD) che scaturisce dalle dichiarazioni del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, Giuseppe Valotto, in visita questa mattina a Montaguto, dove anche i militari sono impegnati nell’attività di rimozione della terra che ha sommerso la statale 90 e la linea ferroviaria che collega la Puglia alla capitale.

Il 16 aprile scorso il Governo ha dichiarato lo stato di emergenza conferendo tutti i poteri al capo della Protezione Civile. Il giorno prima lo stesso sottosegretario Guido Bertolaso incontrò una delegazione di deputati del PD per annunciare il ripristino dei collegamenti ferroviari e stradali tra la Puglia e la Campania prima dell’estate. "Come non ho dubitato delle affermazioni fatte da Bertolaso – riprende Bordo – non ho dubbi che le dichiarazioni del generale Valotto siano più che fondate".

"E’ opportuno, quindi, che sia ufficialmente spiegato alle comunità e alle istituzioni locali a che punto sono i lavori e cosa impedisce il rispetto del crono programma iniziale. Come preannunciammo al sottosegretario – conclude Michele Bordo – saremo attenti e vigili affinché gli impegni assunti siano rispettati quanto ai tempi ed alle modalità di esecuzione, perché l’isolamento della Puglia deve cessare al più presto".

Comments are closed.