TRASPORTI. Frecciargento Roma-Venezia, passeggeri rimborsati

Accordo raggiunto tra Federconsumatori e Trenitalia, in merito all’episodio che ha coinvolto lo scorso 16 dicembre il Frecciargento Roma-Venezia, quando un guasto tecnico ha provocato un ritardo del treno di oltre 4 ore, di cui 3 in galleria. L’Associazione dei consumatori ha raccolto 196 adesioni dei passeggeri che avevano subito il grave disagio ed ora queste vittime riceveranno il rimborso integrale del biglietto e un indennizzo straordinario di 150 euro in contanti. L’accordo è esteso a tutti i passeggeri presenti sul treno.

Federconsumatori spiega cosa fare: "Gli utenti, con modalità semplici e gratuite, dovranno richiedere i moduli di domanda per tali rimborsi da lunedì 10 gennaio presso tutte le biglietterie e gli uffici di assistenza ai clienti di tutte le stazioni di partenza, fermata e arrivo del treno 9416 coinvolto nel guasto: Roma Termini, Firenze SMN, Bologna Centrale, Padova, Venezia Mestre, Venezia SL". Il Presidente Federconsumatori, Rosario Trefiletti commenta: "Un accordo estremamente positivo non solo per le tasche dei cittadini, ma perché introduce, finalmente, in Italia la pratica del rimborso e del risarcimento relativo ai disagi subiti. Un importante passo in avanti, anche quale forma di deterrenza e per un miglioramento della qualità dei servizi nel nostro Paese."

L’accordo non piace, invece, al Codacons né all’Associazione Utenti del trasporto aereo, marittimo e ferroviario, secondo cui "disporre risarcimenti in favore dei passeggeri di un solo treno lasciando a bocca asciutta tutti i viaggiatori coinvolti nei disagi ferroviari del 17 e 18 dicembre scorsi, rappresenta una palese ingiustizia". "I risarcimenti devono valere per tutti, visto che i disagi e i ritardi sono stati i medesimi – spiega il Presidente del Codacons, Carlo Rienzi – Trenitalia deve prevedere indennizzi per tutti i viaggiatori che in quei giorni sono rimasti bloccati sui vagoni o hanno subito ritardi dei treni, senza distinzione alcuna". Il Codacons invita gli utenti coinvolti nei disagi ferroviari del 17 e 18 dicembre 2010 a chiedere alle Ferrovie il risarcimento per i disagi patiti, utilizzando i moduli pubblicati sul sito www.codacons.it e aderendo alle azioni avviate dall’associazione.

Comments are closed.