TRASPORTI. Frecciarossa in ritardo, MC: “Rimborsare i biglietti”

I Frecciarossa non decollano. Su 400 treni monitorati, racconta oggi il quotidiano la Repubblica, un centinaio è arrivato con meno di 15 minuti di ritardo, oltre 300 con ritardi superiori ai 15 minuti, 50 hanno superato l’ora di ritardo, 30 hanno superato le due ore. Ritardi che non sfuggono ai consumatori che si sono rivolti con le loro segnalazioni al Movimento Consumatori. L’associazione chiede dunque il rimborso dei biglietti.

Commenta infatti il presidente di MC Lorenzo Miozzi: "Come abbiamo già denunciato a metà dicembre 2009, va avanti una situazione inaccettabile per chi paga salato un servizio che non mantiene le promesse. Una volta per tutte, l’azienda deve dichiarare la propria incapacità di rispettare i nuovi orari accorciati. A nome dei consumatori che rappresentiamo, in qualità di associazione che tutela i diritti dei cittadini, chiediamo che vengano abbassati i prezzi dei biglietti e che venga subito ripristinato il lasso di tempo per la richiesta del bonus che da 26 minuti è passato a un’ora – chiede Miozzi – Allungare il tempo che permette di richiedere il bonus è stato un valido stratagemma per evadere il sacrosanto diritto di richiedere il rimborso per i ritardi. Ma i problemi non si risolvono sempre a danno dei consumatori".

Comments are closed.