TRASPORTI. Il Sole 24 Ore stima il “valore” delle multe

Un tesoro da 1,24 miliardi di euro nel 2005, cresciuto in soli quattro anni del 52% sulla scia dell’introduzione dei sistemi elettronici di rilevamento (autovelox, traffiphot etc..). L’Italia delle multe si presenta così, attraverso la fotografia scattata dai bilanci dei Comuni. Una voce che diventa sempre più consistente e che in 23 città supera persino il valore delle imposte. E’ quanto emerge da un’indagine condotta da Il Sole 24 ore su oltre 8.000 comuni.

Sommando le entrate di Polizia Stradale, Carabinieri e Guardia di Finanza, che hanno raggiunto quota 201 milioni, il gruzzolo vale 1,44 miliardi. Il primato assoluto delle entrate da multe spetta a Roma, con accertamenti per 207 milioni, seguita da Milano con 81 milioni. Se si guarda invece al rapporto multe/imposte spicca Santa Luce in provincia di Pisa, dove le sanzioni hanno un valore pari al 326 per cento delle entrate da tributi. Il piccolo Comune si distingue anche per il numero di multe per cittadino, pari a 1103 euro. Tra i capoluoghi di provincia è invece in testa Palermo, dove le multe valgono circa un terzo delle imposte. I cittadini di Caserta pagano care le infrazioni al codice della strada: poco più di 120 euro a testa, il livello più alto tra tutti i capoluoghi.

Comments are closed.