TRASPORTI. Incidenti stradali, domani in Sicilia entrano in vigore nuove disposizioni

Domani, 1° Aprile 2006, nella Regione Sicilia entrerà in vigore la legge n. 102 del 21 febbraio 2006 "Disposizioni in materia di conseguenze derivanti da incidenti stradali" (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 64 del 17 Marzo) che riporta modifiche al Codice della Strada, al Codice Penale e al Codice di Procedura Civile. La principale modifica apportata dalla legge riguarda il nuovo rito processuale, quello del lavoro, che si applicherà alle cause relative al risarcimento dei danni per morte o lesioni conseguenti ad incidenti stradali.

Queste, in sintesi le nuove disposizioni:
a) sospensione della patente

  • per la lesione personale colposa la sospensione della patente è da quindici giorni a tre mesi;
  • per una lesione personale colposa grave o gravissima la sospensione della patente è fino a due anni;
  • nei casi di omicidio colposo la sospensione è fino a quattro anni (con l’eventuale applicazione dell’art. 444 c.p.p. (Applicazione della pena su richiesta delle parti).

b) aumento delle sanzioni

  • nell’ipotesi di omicidio colposo (se il fatto è commesso con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale o di quelle per la prevenzione degli infortuni sul lavoro) la pena è della reclusione da due a cinque anni (prima era da uno a cinque anni);
  • per le lesioni gravi la pena è della reclusione da tre mesi ad un anno;
  • la pena per le lesioni gravissime è della reclusione da uno a tre anni.

c) riduzione dei termini per le indagini preliminari e per la fissazione della data del giudizio
d) provvisionale

  • qualora da un sommario accertamento risultino gravi elementi di responsabilità a carico del conducente, il giudice potrà imporre il pagamento di una provvisionale pari ad una percentuale variabile tra il 30 ed il 50% della presumibile entità del risarcimento che sarà liquidato con sentenza.

e) lavoro di pubblica utilità

  • il giudice potrà imporre al danneggiante la sanzione amministrativa accessoria del lavoro di pubblica utilità.

Comments are closed.