TRASPORTI. Ingorgo sul passante di Mestre, CODICI: “Avviare pratiche risarcimento danno”

Cosa accadrà il prossimo fine settimana sul passante di Mestre? Dopo i chilometri di fila dello scorso week end, con migliaia di automobilisti intrappolati per ore sotto il sole, l’effetto "imbuto" all’arrivo sull’A4 Venezia-Trieste e il sostanziale fallimento della "prima" dell’opera che doveva alleggerire il flusso di traffico sulla Tangenziale, dopo l’avvio dell’indagine disposta dall’Anas sull’accaduto con contorno di polemiche, è questa la domanda che accompagna la previsione del flusso automobilistico atteso per il prossimo fine settimana di partenze estive. Dai consumatori parte la mobilitazione. CODICI invita infatti i cittadini rimasti bloccati nel traffico a contattare l’associazione per avviare le pratiche di risarcimento del danno.

"Quanto accaduto agli automobilisti che hanno percorso, nella giornata di sabato scorso, il tratto di strado in cui è stato costruito il nuovo passante di Mestre è inammissibile – afferma l’associazione – dato che sono stati spesi milioni di euro e che è stato inaugurato solo a febbraio. L’auspicio è, che la settimana prossima, i cittadini , che dovranno percorrere tale strada, non si ritrovino nella stessa situazione e che il piano predisposto per la giusta ripartizione del traffico sia efficiente".

Comments are closed.