TRASPORTI. Mille euro di risarcimento per bagaglio smarrito

Viaggio aereo, arrivo in aeroporto, bagaglio smarrito. È un’odissea che capita spesso e altrettanto spesso finisce per rovinare viaggi e vacanze. Ma sempre più spesso si aprono spiragli che riconoscono un risarcimento ai passeggeri, come accade per una recentissima sentenza depositata a fine luglio dal Giudice di Pace di Giarre (in provincia di Catania), che ha riconosciuto a una passeggera il rimborso e il risarcimento dei danni per lo smarrimento del bagaglio, condannando due compagnie aeree a pagare una somma complessiva di oltre mille euro.

È quanto ha reso noto Confconsumatori, che ha assistito in giudizio la passeggera. Il caso: la donna aveva viaggiato su un volo Alitalia da Kiev Borispol a Roma Fiumicino e in seguito era partita con un volo della compagnia Air One dalla capitale a Catania. Qui, la brutta sorpresa: bagaglio smarrito. La donna ha dunque chiesto il risarcimento dei danni tramite Confconsumatori.

Al reclamo ha risposto solo Air One, che ha chiesto l’inoltro della documentazione, cui non é seguito nessun pagamento. La passeggera ha così citato in giudizio le due compagnie aeree. Il Giudice di Pace di Giarre, a conclusione del causa, le ha condannate, in solido, al pagamento della somma di 1.057,90 euro, oltre gli interessi legali e le spese del giudizio.

Il giudice ha dunque riconosciuto il diritto della passeggera a ottenere il rimborso delle spese sostenute – 157,90 euro documentate dagli scontrini – più 300 euro per gli oggetti in valigia e 600 euro a titolo di danno non patrimoniale, per il disagio e lo stress subiti anche a titolo di vacanza rovinata. In giudizio, le compagnie avevano offerto a titolo transattivo una somma di 800 euro che la passeggera non ha ritenuto sufficiente, somma che infatti è stata aumentata dalla sentenza.

Comprensibile la soddisfazione dell’associazione, che però denuncia il comportamento delle compagnie aeree. Afferma infatti Carmelo Calì, Presidente di Confconsumatori Sicilia e responsabile nazionale trasporti dell’associazione: "La giurisprudenza in materia di smarrimento bagagli si consolida e i diritti dei passeggeri ottengono un ulteriore riconoscimento. Ancora una volta, però, bisogna prendere atto della sordità delle compagnie aeree, che costringono i passeggeri ad intraprendere un giudizio per avere riconosciuti i propri diritti".

Comments are closed.