TRASPORTI. Multe, Comune di Lecce vuol abolire l’avviso bonario. Protesta di MDC

Nella città di Lecce le Associazioni dei consumatori sono in mobilitazione perché, su insistenza del Sindaco Perrone, la Commissione Traffico sta avviando l’iter per abolire l’avviso bonario. Introdotto nel 2006, a seguito dell’aggressione subita da un’ausiliaria del traffico da parte di un automobilista "arrabbiato" per la multa, l’avviso bonario è uno strumento che prevede la possibilità di sanare l’insufficiente pagamento della sosta con il versamento di una somma compresa tra i 5 e i 10 euro, a seconda della zona della città e della tariffa applicata.

Ora il Comune di Lecce vuole abolire l’avviso bonario e MDC Lecce precisa che è nel potere del Comune di modificare le condizioni della sosta tariffata, e saranno i cittadini a valutare il comportamento di questa amministrazione che ha introdotto l’avviso bonario poco prima delle ultime elezioni e si è mossa subito dopo la vittoria elettorale per abolirlo. "Vogliamo ricordare – scrive MDC Lecce in una nota – al presidente ed ai consiglieri comunali della Commissione Traffico il clima che vi era in città prima dell’introduzione dell’avviso bonario (il riferimento è all’incidente menzionato sopra, simbolo dell’esasperazione degli automobilisti leccesi per il numero di multe elevate dagli ausiliari SGM). L’introduzione dell’avviso bonario servì a rasserenare gli animi e fece cessare quell’intollerabile clima di conflittualità tra automobilisti ed ausiliari del traffico".

L’Associazione dei consumatori si mette a disposizione dei cittadini per impugnare le multe e chiede che la Commissioni Traffico, nell’esaminare l’abolizione dell’avviso bonario, valuti l’opportunità di ridurre l’importo minimo da inserire nei parcometri riducendolo da € 0,50 ad € 0.20. La SGM da anni presenta bilanci abbondantemente in attivo e non ci pare giusto che chi si ferma per pochi minuti debba pagare mezz’ora o un’ora di sosta. Se si vuole mutare le regole della sosta ci si sforzi, almeno un poco, di rendere più equilibrato il rapporto tra SGM ed automobilisti. Domani le Associazioni dei consumatori verranno ascoltate in Commissione Traffico e faranno chiarezza

Comments are closed.