TRASPORTI. Nuova Alitalia: debutto tra scioperi e ritardi

Si è svolto ieri sera, presso la Direzione Generale dell’ENAC, il passaggio conclusivo della transizione tra l’Alitalia e la CAI che ha sancito la nascita della nuova compagnia aerea Alitalia con la sottoscrizione del trasferimento dei beni e degli asset aziendali e con il rilascio da parte dell’ENAC delle licenze di esercizio per il trasporto pubblico passeggeri e del certificato di operatore aereo con i certificati di immatricolazione degli aeromobili.

Nello specifico, sono 3 le licenze di esercizio e 3 certificati di operatore aereo rilasciati dall’ENAC alle seguenti società:
Alitalia – Compagnia Aerea Italiana S.p.A.
Società CAI First S.p.A.
Società CAI Second S.p.A.

Contestualmente l’ENAC ha revocato le licenze ed i certificati delle seguenti compagnie aeree: Alitalia S.p.A., Alitalia Express S.p.A., Volare S.p.A.. Dopo un fermo operativo durato dalle ore 23:00 di ieri alle ore 06:00 di oggi, 13 gennaio, la nuova compagnia ha iniziato a volare. Il debutto si è avuto con il voloMilano Malpensa – San Paolo del Brasile decollato alle 6.10 (AZ-676).

Intanto non si placano le proteste dei lavoratori aeroportuali che hanno organizzato anche oggi una manifestazione nell’area check-in di Malpensa per sollecitare il governo alla liberalizzazione dei diritti di traffico dopo l’accordo Alitalia-Air France. I dipendenti, sia della Sea (la società che gestisce gli aeroporti) sia delle società di indotto, hanno sfilato tra i passeggeri con striscioni e bandiere. La manifestazione è stata indetta dai sindacati di categoria Cgil, Cisl, Uil, Ugl-Ta e Sdl-Flai. Fino alle 10 sono previste assemblee generali che potrebbero provocare ritardi nel traffico aereo.

Comments are closed.