TRASPORTI. Nuovi treni per Tav, MC: “Inutili se il servizio rimane scadente”

L’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Mauro Moretti annuncia che saranno acquistati 50 nuovi treni per l’Alta Velocità. Un annuncio accolto con scetticismo dal Movimento Consumatori, che sottolinea come si tratti di un investimento inutile se il servizio rimane scadente, considerando i disservizi dei trasporti pendolari ma anche gli stessi ritardi che caratterizzano i Frecciarossa.

"Premesso che anche i treni Frecciarossa arrivano puntualmente in ritardo – commenta il presidente di MC Lorenzo Miozzi – ribadiamo che il nodo da sciogliere, una volta per tutte, non sta nel numero dei treni a disposizione, ma nella qualità del servizio che lascia a desiderare. Trenitalia dovrebbe concentrarsi nella risoluzione del problema del trasporto locale, permettendo ai pendolari, ad esempio, di viaggiare in condizioni accettabili. Consigliamo, quindi, all’amministratore delegato di FS di risparmiare il denaro per l’acquisto di nuovi treni per la TAV e di investire per migliorare il servizio. Anche in quello per l’Alta Velocità, che fino ad ora è stato nettamente al di sotto delle promesse iniziali".

Comments are closed.