TRASPORTI. Pendolaria, campagna di Legambiente per una mobilità equa e sostenibile

Un servizio ferroviario più moderno, sicuro, efficiente, così da garantire a tutti un effettivo diritto alla mobilità. Queste in sintesi le richieste dei pendolari che si riuniranno a Bologna il 25 novembre nell’Assemblea nazionale dei Pendolari. Qui si incontreranno comitati e associazioni , amministratori pubblici, manager delle ferrovie, sindacati, per porre i bisogni e i diritti dei pendolari come una grande questione ambientale e sociale. L’iniziativa si inserisce nell’ambito di Pendolaria, la campagna di Legambiente, a cui aderisce anche il Movimento Difesa del Cittadino, per un trasporto ferroviario locale più forte e moderno.

Sono più di 1.600.000 i passeggeri che ogni giorno viaggiano sui treni locali, e circa 500 mila gli abbonamenti al trasporto ferroviario nazionale – si legge in una nota – Chi utilizza il treno per andare al lavoro aiuta la collettività, perché non contribuisce né al traffico né allo smog. Ma spostarsi ogni giorno in treno è spesso una brutta avventura, fatta di ritardi estenuanti, carrozze sporche e sovraffollate, scarsa sicurezza.

In particolare, i pendolari chiedono:

  • Il potenziamento della rete: raddoppio dei binari lungo le tratte principali, rinnovo del parco circolante, aumento dei treni regionali e metropolitani.
  • Una strategia per alleggerire il traffico ferroviario nei nodi urbani attraverso linee di aggiramento dei treni merci.
  • Più risorse per migliorare la qualità del servizio offerto: sicurezza, puntualità, igiene
  • Che venga da subito applicato l’indennizzo ai pendolari, come già previsto dalla carta dei servizi, in caso di mancato rispetto degli standard minimi di puntualità dei treni.

L’appuntamento è alle ore 10 – Hotel Jolly, Piazza XX Settembre 2.

Comments are closed.