TRASPORTI. Portale del Consumatore: i treni nel Lazio? Affollati, sporchi e in ritardo

Affollati, in ritardo e sporchi. Questa la situazione dei treni nel Lazio secondo il Portale del Consumatore che, sulla base dei risultati dell’indagine di Cittadinanzattiva Lazio sui disservizi dei treni, "ha voluto vederci chiaro" ed ha interpellato i rappresentanti dei comitati pendolari della Regione. Lo riferisce il Portale del Consumatore in un comunicato.

Il sovraffollamento è il problema numero uno dei pendolari laziali. Sulla linea Fr3 Roma- Cesano-Viterbo, ad esempio, "in un solo anno i pendolari sono aumentati di 7mila unità". Così Salvatore Barbato dell’Associazione dei pendolari Paspartù, nata 10 anni fa ad Anguillara. "La zona di Roma-Nord si sta popolando sempre di più e questa è la causa di treni super affollati, c’è bisogno di più carrozze". Situazione "preoccupante" anche per la tratta Roma-Nettuno dove, secondo il presidente dell’Associazione Pendolari di Aprilia, Antonio Ferracci, si viaggia "stipati e senza dignità".

Cittadinanzattiva Lazio ha monitorato per 3 mesi, dal primo giugno al 30 settembre 2007, 154 treni lungo 3 tratte frequentate quotidianamente da 110mila pendolari: la Fr3 Roma-Cesano-Viterbo, la Fr7 Roma-Formia-Napoli e la Fr8 Roma-Nettuno. I risultati? "Sconfortanti". Sulla linea Viterbo-Roma, nell’87% delle corse ci sono persone costrette a viaggiare in piedi per più di metà percorso. La situazione peggiora sulla tratta Roma-Nettuno. Come se non bastasse una volta su 3 si viaggia costretti tra cattivi odori e aria stagnante, impianti di condizionamento fuori uso e sporcizia.

Anche la puntualità secondo l’Associazione lascia a desiderare: chi parte da Viterbo per andare a Roma ha la certezza di iniziare il viaggio in ritardo. Quasi sempre (88% dei casi) si tratta di non più di 5 minuti, ma il ritardo può superare persino i 20 minuti. La situazione fortunatamente migliora all’arrivo. In condizioni simili si spostano i pendolari sulla tratta Nettuno-Roma. Sulla tratta Formia-Roma, invece, i treni partono puntuali nel 77% dei casi, ma sul viaggio verso Formia, la puntualità diventa un miraggio: quasi 8 treni su 10 (77%) arrivano con un ritardo compreso tra 6 e 15 minuti.

LINK: il Portale del Consumatore

Comments are closed.