TRASPORTI. Quattroruote regala l’Atlante stradale d’Europa che “guida” gli automobilisti

In Europa Paese che vai, norme che trovi, anche alla guida. Anzi le differenze, in fatto di circolazione stradale, sono ben più rilevanti di quanto si potrebbe pensare e Quattroruote ha pensato di dare una mano agli automobilisti, regalando con il numero di gennaio l’Atlante stradale d’Europa. Un volume di 432 pagine contenente, oltre alla cartografia stradale più aggiornata, le schede relative a tutti i Paesi con le norme stradali, i limiti di velocità, il tasso alcolemico massimo consentito e i numeri di telefono indispensabili.

Ci sono Paesi, infatti, come la Croazia, la Repubblica Ceca e Slovacca o l’Ungheria, dove il tasso alcolemico massimo per chi guida è di 0,0 g/l; e altri, dall’immagine rigorosa come Gran Bretagna e Irlanda, dove il valore limite è di 0,8 g/l, ben più alto di quello italiano (0,5). Lo stesso vale per i limiti di velocità: mentre in Bosnia, Norvegia e Romania in autostrada non si può andare a più di 100 km/h, in Germania molti tratti sono privi di limitazioni permanenti.

Poi, in Europa, ci sono anche norme di circolazione curiose: in Albania l’uso delle cinture di sicurezza è solo "fortemente raccomandato", mentre chi viaggia in Estonia deve tenere in auto zeppe di legno o di plastica da mettere sotto le ruote quando parcheggia. E in Filnandia i benestanti pagano care le infrazioni: le multe, infatti, sono correlate al reddito del guidatore… Insomma chi viaggia in auto all’estero, per non incappare in disavventure, deve essere ben informato.

Comments are closed.