TRASPORTI. Roma: c’è il temporale, chiudono sei stazioni della metro

Alla prima prova-temporale, la metropolitana di Roma si è fatta trovare impreparata. Il nubifragio caduto nella notte ha provocato questa mattina la chiusura di ben sei stazioni della linea metro A: all’alba infatti sono state chiuse, causa allagamenti, le stazioni di San Giovanni, Ponte Lungo, Colli Albani, Porta Furba, Numidio Quadrato e Lucio Sestio. Alle 8.35 San Giovanni è stata riaperta. In seguito le altre, ad eccezione della fermata Colli Albani attualmente ancora chiusa, secondo quanto scrive il sito dell’Atac.

Per il Codacons, pronto a inviare un esposto, la chiusura delle metro è "un’assurdità, specie se si verifica in una capitale mondiale come Roma". È quanto commenta il presidente Codacons Carlo Rienzi, che prosegue: "Le stazioni di una metropolitana come la linea A, utilizzata ogni giorni da centinaia di migliaia di utenti, dovrebbero essere progettate per reggere l’impatto di piogge anche forti. Ciò che è avvenuto a Roma è intollerabile, e per tale motivo presenteremo oggi stesso un esposto alla Procura della Repubblica, chiedendo di indagare per interruzione di pubblico servizio". L’associazione chiede al Campidoglio e all’Atac di indennizzare i cittadini consentendo loro di usare gratuitamente la linea A per un giorno intero.

Getta invece acqua sul fuoco l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale Antonello Aurigemma, che imputa il disservizio all’eccezionalità del nubifragio. "La chiusura temporanea di alcune stazioni della linea A della Metropolitana è stata causata da un nubifragio di eccezionale portata che ha colpito Roma nelle prime ore della giornata di oggi – ha detto Aurigemma – I dati diffusi dalla Protezione Civile sono significativi di quanto la precipitazione sia stata violenta: tra le ore 3 e le 4 nella parte meridionale della nostra città sono caduti mediamente 30 millimetri l’ora di pioggia".

La stazione metro Colli Albani è stata riaperta solo nel primo pomeriggio.

Comments are closed.