TRASPORTI. Roma, domani sciopero della Metro. Adiconsum chiede di rimandarlo

Da ieri sera la Metro B di Roma funziona soltanto per metà. In particolare il servizio non è disponibile tra le stazioni di Rebibbia e di Castro Pretorio mentre i treni funzionano regolarmente tra Castro Pretorio e Laurentina. Nel tratto non servito ci sono bus navetta sostitutivi che fermano in prossimità delle stazioni chiuse, ma il problema è che per la giornata di domani il Coordinamento Macchinisti Metro Roma e l´Or.S.A. Trasporti Lazio ha proclamato uno sciopero di 24 ore delle linee A e B della metropolitana e delle ferrovie regionali Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo.

Adiconsum chiede di rimandare lo sciopero alla prossima settimana per evitare disagi ai cittadini per due giorni consecutivi. "Il fermo odierno della Metro B, causato da problemi tecnici, si è di fatto trasformato in un giorno di sospensione del servizio per centinaia di migliaia di romani che hanno subito pesanti disagi per recarsi dalle periferie al lavoro – ha dichiarato Fabrizio Premuti di Adiconsum Lazio – Lo sciopero di domani vorrebbe dire per molti cittadini due giorni di sospensione del servizio. Adiconsum Lazio – continua Premuti – senza emettere alcun giudizio politico rispetto alle motivazioni dello sciopero, chiede al Coordinamento Macchinisti Metro Roma e l´Or.S.A. Trasporti Lazio un gesto di responsabile solidarietà per posticipare lo sciopero alla prossima settimana dando quindi una tregua ai romani per la mancanza di collegamenti metropolitani".

 

Comments are closed.