TRASPORTI. Roma, ok sosta in doppia fila per bus turistici. CODICI: traffico bloccato e inquinamento

Sosta in doppia fila consentita per pullman e bus turistici che arrivano nella Capitale. È il risultato di una direttiva inviata dal presidente della Commissione Mobilità di Roma Antonello Aurigemma alla polizia municipale, nella quale si chiede di permettere ai bus di fermarsi davanti ad alberghi, ristoranti, uffici e scuole per il tempo necessario alla salita e discesa dei passeggeri. Il che si tradurrà, in una città congestionata come Roma, in ulteriori rallentamenti se non in veri blocchi del traffico.

La decisione è criticata da CODICI per il quale, commenta il segretario nazionale Ivano Giacomelli, si avranno "traffico bloccato, strade congestionate, più inquinamento, a favore delle società dei trasporti e degli albergatori, dei ristoratori e delle varie strutture ricettive". "Roma -prosegue Giacomelli – continua ad affermarsi come la Capitale delle lobby, di categorie di cittadini che godono quasi di maggiore considerazione da parte dell’Amministrazione a scapito delle reali necessità dei romani che vivono quotidianamente la città. Come non ricordare che il Comune è in procinto di decidere, proprio in questi giorni, sull’eventuale aumento delle tariffe dei taxi?".

L’associazione denuncia che a Roma non esiste un adeguato piano della mobilità e che il piano pullman turistici "evidentemente è stato un flop". Anche dopo che, qualche mese fa, "le società dei pullman avevano ottenuto dall’Assessore alla mobilità numerose agevolazioni: abbonamenti, fidelizzazione con pagamenti posticipati, prezzi contenuti. Ed ora anche il parcheggio in doppia fila. Cosa non si fa per migliorare l’economia della città".

Comments are closed.