TRASPORTI. Ryanair: cronaca di una partenza diventata un’odissea. E a caro prezzo

Ryanair, cronaca di come un viaggio verso Barcellona diventa un’odissea. La compagnia aerea è stata multata proprio qualche giorno fa dall’Antitrust per scarsa trasparenza, carenza di informazioni e, fra l’altro, difficoltà o impossibilità da parte degli utenti di ottenere assistenza post-vendita per il rimborso dei biglietti, o di una parte, in caso di mancata fruizione del volo. Quella che segue è la testimonianza di quattro persone, firmata nell’originale, che raccontano del disservizio vissuto con la compagnia aerea per un viaggio verso la Spagna. Alla fine sono partiti, ma con costi molto più elevati rispetto a quanto pagato per i biglietti iniziali. I quattro viaggiatori si considerano "truffati dalla compagnia di volo Ryanair".

"Abbiamo prenotato, su internet, 4 voli offerti dalla suddetta compagnia di volo per circa € 40,00 a persona, sia andata che ritorno Torino-Girona (Barcellona). Il nostro volo partiva da Caselle (To) il 03/07/2011 alla ore 8,45. Siamo arrivati all’aeroporto di Caselle alle ore 8.10 e alle ore 8.15 abbiamo iniziato a fare il controllo dei bagagli a mano. All’interno di uno dei nostri bagagli erano presenti dei flaconi di shampoo e quindi ci hanno fatto aprire il bagaglio in oggetto. Questo ci ha portato via qualche minuto. Avendo deciso di lasciare in aeroporto quei flaconi (di poco costo) ci siamo diretti alle ore 8.28 al Gate. (Tengo a precisare che, tra l’altro, sui schermi delle partenze non vi erano indicazioni di quel volo e non è stato fatto nessun annuncio di imbarco,cosa parecchio strana…).

Comunque, arrivati davanti al Gate alle ore 8.28 (ed essendo gli aeroporti pieni di telecamere l’orario è sicuramente verificabile) abbiamo trovato operatori, un signore alto con gli occhiali e una signora più bassina che ci hanno letteralmente maltrattati. Noi gli abbiamo chiesto informazioni sul volo e loro ci hanno risposto così: "L’aereo parte fra 25 minuti. La Ryanair è fiscalissima e chiude i Gate sempre 30 minuti prima. Non vi facciamo salire. Oramai è tardi signori. Avete perso il volo".

Increduli ci siamo diretti subito, senza perdere tempo, alla Reception dove un’operatrice della Ryanair ci ha accolti con aria indifferente. Le abbiamo esposto il problema e lei a sua volta a cercato di contattare qualcuno che CASUALMENTE NON RISPONDEVA AL TELEFONO. Ci siamo arrabbiati a quel punto ma nulla è servito. Ci ha chiesto la signorina, € 100,00 a persona per spostare il volo con quello delle ore 20.00, sempre con la stessa compagnia, con un piccolo particolare: il volo non partiva più da Caselle, ma dall’aeroporto Orio al Serio di Bergamo.
Ci siamo ulteriormente arrabbiati, e ancora increduli per un semplice motivo: IL NOSTRO VOLO DOVEVA ANCORA PARTIRE E NON C’E’ STATO VERSO DI FAR VALERE LE NOSTRE RAGIONI. ERAVAMO INCREDULI E SBIGOTTITI. SE AVESSERO VOLUTO, IL TEMPO C’ERA PER FARCI IMBARCARE. NON HANNO VOLUTO. QUESTA E’ PER NOI UNA BELLA TRUFFA.

Non contenta la signora della reception ci ha detto: "Andate a casa e fatevi il cambio del volo su internet. Vi costerà al massimo 20/30 euro". A quel punto, essendo le ore 9,00 e non avendo più speranza di partire, ci siamo diretti a casa. Ma qui arriva il bello. Ci siamo collegati ad internet e siamo andati su sito della Ryanair cercando di fare il cambio volo. Ma inspiegabilmente l’operazione non si riusciva a fare. A quel punto, avendo già pagato albergo e volo di ritorno abbiamo deciso di recarci direttamente all’aeroporto di Bergamo nella speranza di riuscire a partire.

Durante il viaggio mia sorella si è sentita male a causa dello stress alla quale eravamo sottoposti. Eravamo decisi a rinunciare ma lei stessa ha voluto andare fino in fondo. Arrivati all’aeroporto di Bergamo, un’operatrice della Ryanair ci ha spiegato che purtroppo quello che ci avevano detto a Caselle non era vero. "Il cambio volo non è possibile farlo da internet, possiamo farlo solo noi dal Terminale e costa € 100,00 come penale, ovviamente € 100,00 a testa (testuali parole)".

A quel punto, non avendo più speranze abbiamo pagato questi 100,00 euro a testa. Preciso inoltre che, dalle ore 9.00 alle ore 17,30 abbiamo sempre provato a chiamare il numero a pagamento della Ryanair senza avere risposta e spendendo solo soldi inutili (perché ovviamente la voce registrata ci teneva al telefono senza risposta!!!). Al momento dell’imbarco, siamo rimasti stupiti: il Gate, sempre con Ryanair, è stato aperto 20 minuti prima del volo, e fino all’ultimo è salita gente sull’aereo.

A quel punto ci siamo arrabbiati nuovamente perché abbiamo avuto conferma della truffa alla quale siamo andati incontro. Lo stesso al ritorno. Sempre con Ryanair. Anzi addirittura, una volta sull’aereo, un’hostess ha chiamato mia moglie perché a loro non risultava imbarcata…OTTIMA EFFICIENZA PECCATO CHE IL GIORNO PRIMA QUALCUNO SUL VOLO DI ANDATA, NON SI SIA INTERESSATO CHE 4 PERSONE ERANO ALL’AEROPORTO, 30 MINUTI PRIMA DEL DECOLLO, E CHE QUALCUNO, SEMPRE 30 MINUTI PRIMA, AVEVA DECISO DI NON FARCI SALIRE SU QUEL VOLO! Siamo decisi a fare chiarezza e ad avvalerci di tutti i mezzi a nostra disposizione per far valere le nostre ragioni".

Comments are closed.