TRASPORTI. Soppresse corse Bolzano-Bronzolo, CTCU chiede immediata riattivazione del servizio

Il Centro Tutela Consumatori Utenti ha scritto al Sindaco di Bolzano, Luigi Spagnolli, per esprimere la sua contrarietà in merito alla recente decisione dei vertici della Sasa di cancellare le corse della linea 2 Bolzano-Bronzolo in partenza dalla stazione ferroviaria di Bolzano alle 22.55 e 23.55. Il CTCU comprende le ragioni che portano a non poter più tollerare gravi episodi di violenza a bordo dei mezzi della Sasa, ma ritiene che la decisone di penalizzare tutta l’utenza per il comportamento di pochi sia una decisione sproporzionata ed inaccettabile.

"Di principio – scrive l’Associazione – un servizio pubblico non può essere sospeso o interrotto solo perché si verificano degli episodi di violenza a bordo. Sasa opera sulla base di un contratto di servizio con il Comune di Bolzano, che è tenuta a rispettare". Secondo il CTCU spetta all’azienda trovare le misure più opportune ed adeguate per cercare di risolvere il problema della sicurezza a bordo. Questo non può però consentire al gestore di un servizio pubblico essenziale di lasciare per strada utenti che nulla hanno a che fare con tali episodi di violenza. Fra loro vi sono anche lavoratori che utilizzano quei mezzi pubblici per recarsi o tornare dal lavoro a Bolzano e quindi è facile capire il disagio che si crea anche a certe categorie di utenti. Il CTCU chiede al Sindaco di intervenire presso i vertici della Sasa, per far ripristinare con effetto immediato (e non a gennaio come paventato) le corse sospese. In caso contrario il CTCU presenterà un esposto all’Autorità Giudiziaria per segnalare l’interruzione del pubblico servizio.

 

Comments are closed.