TRASPORTI. Tar Lazio annulla aumenti tariffe autostradali (A24 A25) su ricorso del Codacons

Annullati gli aumenti delle tariffe autostradali avvenuti nel 2006 e nel 2008 sulla A24 e sulla A25, tratte gestite da Autostrade dei Parchi. Il Tar del Lazio, infatti, ha accolto il ricorso del Codacons e della Provincia di Teramo, con cui si contestava l’illegittimità degli adeguamenti tariffari. L’annullamento dei rincari è motivato dal mancato rispetto del price-cap e degli obblighi di miglioramento del servizio assunti dal gestore e derivanti dalla Convenzione stipulata con l’Anas.

"Le conseguenze di tale sentenza sono enormi – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Innanzitutto già da domani gli aumenti dei pedaggi autostradali sulla Roma-L’Aquila (A24) e sulla Torano-Pescara (A25) andranno azzerati e le tariffe riportate indietro di 5 anni, ossia a quelle in vigore nel 2005. Ma soprattutto agli automobilisti che dall’1 gennaio 2006 ad oggi hanno utilizzato le due tratte autostradali, andranno restituite le maggiori somme pagate a causa di aumenti tariffari ritenuti oggi illegittimi dal Tar. Si tratta di milioni e milioni di euro – prosegue Rienzi – che, se non verranno rimborsati automaticamente agli aventi diritto (titolari Telepass, soggetti in possesso di ricevute o documenti che attestano l’utilizzo dell’autostrada ecc.) daranno vita ad una class action degli automobilisti contro Autostrade dei Parchi, azione di cui il Codacons si farà promotore".

Comments are closed.