TRASPORTI. Tasse auto: disservizi ACI li paga l’utente con 199

Se si riceve dall’ACI una richiesta di corrispondere il pagamento di una tassa automobilistica, saldata regolarmente a suo tempo, l’utente può dimostrare la corretta posizione fiscale solo chiamando o mandando un fax a un numero telefonico con prefisso 199, che ha un costo è di 6,19 centesimi di euro (scatto alla risposta) più 14,26 centesimi di euro + IVA al minuto.

A denunciarlo è il Movimento Difesa del Cittadino (MDC), che contesta: "È assurdo che per dimostrare un errore dell’ACI, l’utente debba farsi carico di telefonare o inviare un fax pagando il servizio con un prezzo maggiorato che va all’incirca dai 4 (se la chiamata da telefono fisso è locale) ai 13,50 centesimi di euro in più (se la chiamata da telefono fisso è interurbana)".

E, infatti, "a differenza del numero verde, il servizio numero unico 199 addebita l’intero costo della telefonata al chiamante", come fa sapere l’associazione, che si domanda: "Non dovrebbe essere il contrario, visto si tratta di segnalare un disservizio dell’ACI"?

Per questo motivo il Movimento Difesa del Cittadino ha chiesto all’Automobile Club Italia di mettere a disposizione un numero verde per gli utenti che devono dimostrare di aver pagato regolarmente il bollo, visto che l’errore è stato commesso dall’ente.

Comments are closed.