TRASPORTI. Taxi a Roma, Adoc e MDC: ingiustificati e inaccettabili

"Gli aumenti tariffari dei taxi sono ingiustificati e inaccettabili, per una corsa da Roma centro all’aeroporto di Fiumicino si spenderà il 12,5% in più, in centro città un rincaro del 54%". Così Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc, commenta i rincari approvati ieri dal Consiglio Comunale.
"Sono state ignorate completamente le richieste dei consumatori e degli oltre 4 milioni di cittadini romani" aggiunge Pileri che ricorrerà al Tar e in tutte le sedi competenti" per denunciare la sproporzione dei rincari che "trasformeranno il taxi in un servizio di lusso, risultando controproducenti anche per gli stessi tassisti, che rischieranno un calo del 25% della clientela".

L’Adoc, al fine di venire incontro ai cittadini romani e ai turisti ha pubblicato sul proprio sito (www.adoc.org) il decalogo per utilizzare mezzi alternativi al posto dei taxi, quali treni, car sharing e Ncc, indicando anche i costi degli stessi.

Per Adoc unica nota positiva l’emendamento che introduce l’obbligo dello scontrino: "Lo scontrino automatico, dall’Adoc sempre richiesto, è l’unico aspetto in questa triste vicenda che ci avvicina all’Europa, e che inoltre evita l’evasione fiscale – continua Pileri – come indicazione ai consumatori li invitiamo a conservare sempre lo scontrino per poter fare eventuali reclami. Auspichiamo sia anche introdotto come misura di garanzia e di civiltà l’obbligo di esposizione della licenza con la foto dell’autista autorizzato. Avviene in tutto il mondo solo a Roma non c’è questo elementare obbligo a garanzia del consumatore. Bene anche il 10% di sconto la notte per le donne, è una misura di civiltà e di aiuto per garantire la sicurezza della donne, anche se già presente ma mai applicata. Inoltre, crediamo sia opportuno prevedere sanzioni severe a chi non la applica, fino al ritiro della licenza."

"Alemanno paga il suo debito elettorale nei confronti dei tassisti e aumenta di oltre il 15 % le tariffe da Fiumicino, considerando anche il balzello sui bagagli, e addirittura del 20% per Ciampino. Ipocritamente, poi, si crea la Commissione tecnica che valuterà la congruità dell’aumento, che quindi viene preso in assenza di calcoli credibili. Come se poi fosse davvero possibile revocare questi aumenti una volta approvati! Come giustamente afferma il consigliere di maggioranza prof. Fernando Aiuti, con questi aumenti si reca un danno alla città di Roma" ha commentato, invece, il Movimento Difesa del Cittadino del Lazio.

Comments are closed.