TRASPORTI. Taxi a Roma, UNC e Adoc: rincaro sui bancomat? Anacronistico e assurdo

In Campidoglio si continua a parlare di taxi. E la nuova proposta che spunta prevede un aumento del 5% dei prezzi per chi scelga di pagare con bancomat o carta di credito. "Rimarranno a dir poco trasecolati i turisti stranieri che, prendendo il taxi a Roma, si vedranno addebitare un sovrapprezzo sulla tariffa perché pagano con la carta di credito!": sono le parole di commento di Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, alla proposta di imporre l’aumento del 5% per chi predilige il pagamento con moneta elettronica. "Non bastavano gli aumenti ‘derivanti anche dall’indice di inflazione del settore’, come si legge nella bozza del nuovo regolamento al vaglio del consiglio comunale – afferma Dona – ora si aggiunge questo tentativo di rincaro, perlomeno, anacronistico, in un momento in cui in tutta Europa (e sarebbe il caso anche nel nostro Paese), si cerca di incentivare la moneta elettronica piuttosto che i contanti".

Una decisione del genere lederebbe l’immagine turistica della Capitale e sarebbe discriminatoria, prosegue Dona, che commenta: "ben vengano taxi moderni dotati di wi-fi ed aria condizionata, guidati da tassisti gentili e ben vestiti, come prevedrebbero le nuove norme, ma, ancor di più in questo periodo di crisi, ci interessa un servizio trasparente e prezzi accessibili".

La proposta del sovrapprezzo è bocciata anche dall’Adoc. "Imporre un sovrapprezzo del 5% per il pagamento della corsa in taxi con bancomat è assurdo e discriminatorio soprattutto per i turisti – dichiara Carlo Pileri, presidente dell’Adoc – al contrario, dovrebbe essere obbligatoria l’accettazione di ogni carta su ogni vettura e senza alcun sovrapprezzo. E’ inaccettabile anche un eventuale passo indietro sull’obbligatorietà e automaticità della ricevuta, in quest’ambito sono state prese decisioni chiare e sono state fornite rassicurazioni, è una questione di civiltà. Intanto continuiamo ad avere la tratta verso l’aeroporto più cara in Europa dopo Londra. La media europea per una corsa dal centro città all’aeroporto, infatti, è di 28 euro, il 42% in meno della tratta Roma centro-Aeroporto di Fiumicino, solo Londra ha una tariffa più elevata, di 55 euro".

Comments are closed.