TRASPORTI. Taxi a Roma, approvata delibera su regolamento

Trasparenza, numero unico automatico, nuove corsie preferenziali sono fra i punti della delibera sul regolamento taxi approvata dalla Giunta di Roma. Il documento passerà ai Municipi per il parere di competenza e sarà quindi sottoposto al voto dell’Assemblea Capitolina. Commenta l’Adoc: "Sono state introdotte, come richiesto da tempo, la ricevuta automatica, per identificare il titolare della licenza, il percorso e il costo della corsa e il numero unico di chiamata e sono state aumentate le corsie preferenziali. Rimangono dubbi non chiariti sulla legittimità della Commissione consultiva e sulla rappresentatività dei consumatori nella stessa, dubbi che potrebbero inficiare anche la legittimità del giudizio della Commissione sulle tariffe taxi".

La delibera – che potrebbe però scontrarsi con l’opposizione dei tassisti: in calendario c’è uno sciopero martedì 7 giugno – prevede, informa il Campidoglio, l’introduzione della ricevuta automatica che servirà a identificare il titolare della licenza, il percorso e il costo della corsa; un numero unico automatico che individuerà la postazione taxi più vicina al luogo da cui chiama l’utente; la pubblicizzazione delle tariffe; incentivi per oltre 6 milioni di euro a sostegno dell’acquisto delle vetture e delle spese fisse di manutenzione; lotta all’abusivismo; un aumento delle corsie preferenziali. Si aggiungono infatti viale Kant, via dei Monti Tiburtini, via Andrea Doria, via Portuense, pari a quasi 10 chilometri in più per far crescere la velocità commerciale dei taxi.

Comments are closed.