TRASPORTI. Trasporti nel caos per il maltempo, Antitrust apre istruttoria

La neve e il caos sulle strade italiane. E’ stato questo il tema del weekend che è appena passato: la neve, che è caduta su quasi tutta l’Italia, ha paralizzato autostrade, treni e città intere. Il caso più eclatante è stato quello della Toscana: automobilisti rimasti intrappolati per molte ore, durante la notte di venerdì 17 dicembre, sul tratto toscano dell’autostrada A1. La città di Firenze paralizzata, si sono fermati anche i trasporti pubblici e sono state chiuse scuole e attività.

L’Antitrust ha annunciato l’apertura di un’istruttoria nei confronti delle società coinvolte nella gestione dell’emergenza maltempo. Secondo il Presidente dell’Antitrust, Antonio Catricalà, "è inaccettabile che un po’ di maltempo, previsto anche se intenso, abbia causato i disagi che migliaia di cittadini hanno subito nei giorni scorsi sulle strade e le ferrovie di uno dei Paesi tra i più industrializzati del mondo. Per questo – ha detto Catricalà – proporrò immediatamente al Collegio di avviare un’istruttoria nei confronti delle società che potrebbero non avere fornito ai viaggiatori le informazioni necessarie a scegliere se partire o no. Si tratta di un principio fondamentale del Codice del Consumo che l’Antitrust ha già applicato, sanzionando le società concessionarie del Passante di Mestre per l’ingorgo creato in occasione dell’esodo dell’agosto 2009. Il Tar – denuncia Catricalà – a riprova della scarsa sensibilità del Paese nei confronti della tutela dei consumatori, ha annullato quelle sanzioni: stiamo già preparando il ricorso al Consiglio di Stato perché i cittadini e le associazioni dei consumatori non possono essere lasciati soli di fronte alla disattenzione dei monopolisti concessionari di servizi pubblici fondamentali".

Intanto la società Autostrade per l’Italia ha convocato già ieri la Consulta per la Sicurezza, di cui fanno parte le principali Associazioni dei consumatori, la Polizia Stradale, l’ASAPS (Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale), Isoradio, gli Autostrasportatori, per discutere una possibile forma di conciliazione che indennizzi parzialmente e con immediatezza i cittadini incolpevoli rimasti prigionieri della neve.

Nel corso della riunione, sono state ribadite le proposte da sempre avanzate dalla Consulta di ricorrere, come avviene all’estero, al blocco preventivo dei mezzi pesanti in caso di emergenze meteorologiche. Sono state avanzate anche proposte di sistema che impegnino tutti gli attori coinvolti sulla tematica; in particolare la prevenzione e le azioni da attuare nella gestione degli eventi. Si é inoltre convenuto di dar corso alle procedure di Conciliazione previste dal Protocollo di Autostrade per l’Italia e le Associazioni dei Consumatori. Nei prossimi giorni si terranno incontri per definirne le modalità.

Il Ministro dei Trasporti, Altero Matteoli, ha convocato per il pomeriggio di oggi un tavolo per verificare le responsabilità dei disagi.

 

Comments are closed.